Mer 2 Set 2015 - 402 visite
Stampa

I monumenti di Comacchio in vetrina su Wikipedia

Sono 17 i siti iscritti al concorso fotografico "Wiki Loves Monuments", che durerà per tutto settembre

Treponti,_ComacchioComacchio. Può essere una chiesetta medioevale, una piazza rinascimentale oppure un castello ricco di storia: sono ben 662, un numero record rispetto alle scorse edizioni, i monumenti e i siti d’arte che l’Emilia Romagna ha messo in lizza quest’anno per il Wiki Loves Monuments, il concorso fotografico internazionale promosso da Wikipedia, che coinvolge oltre 40 paesi dai cinque continenti con l’obiettivo di valorizzare attraverso internet il patrimoni artistico – culturali locali che appartengono all’umanità.

Il Comune di Comacchio ha aderito all’iniziativa proponendo ben 17 siti da fotografare (è il terzo comune della Provincia per numero di monumenti da poter immortalare dopo Ferrara e Goro). Si va dai “pezzi da novanta” dell’architettura cittadina, come il Ponte dei Trepponti, la Manifattura dei Marinati, Palazzo Bellini e la Casa Museo Remo Brindisi, ai suggestivi luoghi inseriti nel contesto più naturalistico delle Valli, come gli antichi casoni da pesca, il pontile del Lido di Volano e il Bosco Valle Lepri. L’elenco completo è disponibile a questo link.

Dal 1° al 30 settembre, dunque, prenderà il via ufficialmente il concorso e chiunque potrà “postare”, cioè pubblicare sul sito Wikimedia Commons, il proprio luogo del cuore, scegliendo fra quelli in lizza. Che sia uno scatto recente o uno del passato, poco importa. Sarà poi una giuria di qualità istituita da Wikipedia Italia a giudicare le immagini più belle e ad assegnare i riconoscimenti agli autori delle fotografie.

Pronte già alcune iniziative per incentivare la partecipazione. Il Comune di Comacchio in collaborazione con Cogetour e Po Delta Tourism organizzerà una passeggiata fotografica nella mattina di sabato 26 settembre nel centro storico di Comacchio e nei musei cittadini (Museo della Nave Romana e Manifattura dei Marinati). Previsto anche un itinerario lungo i canali del centro a bordo di una tradizionale “batana”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa