lun 27 Set 2010 - 743 visite
Stampa

In 75mila per l’ultimo volo dei Balloons

Tante le presenze per la chiusura di un Festival dalle mille proposte

E’ iniziata alle 16.30 la preparazione per le ultime levate delle mongolfiere del Ferrara Balloons Festival 2010. In una domenica di fine settembre perfetta, clima caldo e parco urbano gremito – 75mila le presenze registrate dall’organizzazione – è andata in scena l’ultima puntata del Festival delle mongolfiere, che ha chiuso alla perfezione un fine settimana iniziato con le evoluzioni delle Frecce tricolori.
Ma ridurre la kermesse del parco urbano alle sole mongolfiere è riduttivo. Certo, sono un’eccellenza che poche città possono vantare, ma l’intero spicchio verde al di fuori delle Mura offre un ventaglio di opportunità che calzano alla perfezione non solo alle famiglie, ma a grandi e piccini senza distinzione di età.
Si parte, entrando sia da via Bacchelli che da via Canapa, con una sorta di ‘viale dello sport’: dalla danza alla canoa (con l’imbarcazione dei Dragoni estensi’ che per pochi euro offre originali remate nello specchio d’acqua del parco Bassani), al tiro al piattello col fucile laser al calcio per bambini, al beach volley al golf, le maggiori discipline sono rappresentate quasi tutte.
Si passa poi ai mercatini: dalle suppellettili ai cibi biologici, allo stand della Strada dei vini e Sapori agli apicoltori. C’è l’enorme area giochi per i bambini, con gonfiabili e quad. Bambini che vanno a nozze nelle apposite aree che ospitano le forze dell’ordine: dai simulatori di volo dell’Aeronautica Militare, alla moto di Polizia e Carabinieri, con i più piccoli che fanno la fila per farsi fotografare sopra e poi per provare la sirena sulle Alfa Romeo di servizio.
C’è la vastissima Città Magica allestita dal Rione di Santo Spirito, che nel primo pomeriggio di ieri ha offerto uno spettacolo musicale con tanto di mangiatore di fuoco.
Ma l’attenzione di tutte le persone, che man mano si assiepano attorno alle transenne dell’area dove è prevista l’alzata in volo delle mongolfiere, è ovviamente per i protagonisti dell’evento: i Balloons.
La preparazione, come detto, è iniziata attorno alle 16.30. Con la voce dal palco organizzativo che spiega ogni fase: dall’apertura del telone all’enorme ventilatore che li riempie d’aria, fino a quando il bruciatore immette aria calda che le fa alzare. E giù applausi per ogni pallone che spiccava il volo.
Pian piano il cielo sopra il parco urbano si è animato: dal primo, il più veloce a librarsi in aria, quello degli svizzeri di Swisscom, poi via via con quello a forma di bottiglia del liquore Jägermeister, a quello a forma di pagliaccio doppio (un lato sorride, l’altro è triste), quello del franchising immobiliare Re/Max, quello dell’Aston Martin…

“Una bella festa” ha affermato Nicola Zanardi, Presidente di Ferrara Fiere e Congressi che assieme a Multimedia Tre Srl e Prosport sas ha organizzato la sesta edizione del Balloons “una grandissima soddisfazione vedere così tante famiglie ma soprattutto così tanti bambini che vivono il parco. Regalare l’emozione delle mongolfiere e vedere il sorriso nei volti dei visitatori ci ripaga di ogni fatica”.

Nei dieci giorni di Festival hanno infatti vissuto il parco e le sue attrazioni circa 300.000 persone attirate dalle 32 mongolfiere e dagli eventi sportivi e musicali.

Il pubblico, nonostante il tempo incerto che ha caratterizzato la partenza, si è riconfermato fedele al Festival ed è stato ripagato dal sole splendente già dalla prima domenica che ha visto il parco ospitare quasi 50.000 presenze per concludere con 75.000 la domenica di chiusura. 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi