Sab 13 Lug 2019 - 855 visite
Stampa

Cartelli e distese esterne, il futuro pedonale di piazza Cortevecchia

L'assessore Maggi: "Ascoltiamo gli operatori economici per il bene della città"

Entro agosto piazza Cortevecchia sarà pedonale. I lavori avviati a maggio dovrebbero concludersi in tempo per il Ferrara Buskers Festival e regalare alla città un nuovo spazio di aggregazione in centro. Il caso è lo stesso di piazza Verdi – un parcheggio trasformato in area pedonale – ma l’assessore Andrea Maggi non teme un’altra ‘movida no stop’, tanto che il tema non è stato affrontato durante il confronto con gli operatori economici.

“Ho ritenuto opportuno, prima della prosecuzione dei lavori di sistemazione di piazza Cortevecchia, incontrare personalmente le associazioni che rappresentano gli operatori economici che si affacciano sulla piazza e chiedere il loro parere sul futuro assetto” spiega l’assessore ai Lavori Pubblici che ha analizzato “alcune decisioni riguardanti la fase finale del progetto, che prevede una larga pedonalizzazione della piazza, da cui è scaturito un orientamento che sottometteremo al più presto alla Soprintendenza”.

Il progetto di riqualificazione dell’intero comparto Borgoricco-Cortevecchia-Sant’Etienne riconsegnerà, con l’apertura del parcheggio multipiano di via Borgoricco, gran parte di piazza Cortevecchia ai pedoni. Infatti tutta l’area compresa tra l’asse via del Turco/Fornice di via Garibaldi e via Cortevecchia sarà ripavimentata in asfalto stampato, arredata e pedonalizzata. Rimarranno posti di carico/scarico e riservati ai disabili, sosta motocicli.

All’ordine del giorno dell’incontro – al quale hanno partecipato, oltre ai tecnici dell’Assessorato e di Ferrara Tua, cui è stato affidato l’intervento di sistemazione, Davide Urban e Giorgio Zavatti (Ascom Confcommercio Ferrara), Michele Rosati e Alessandro Orsatti (Confesercenti), Riccardo Cavicchi e Debora Tamascelli (Cna) e Riccardo Mantovani (Confartigianato) – non tanto le possibili ripercussioni sulla movida universitaria, quanto alcuni accorgimenti per rendere più fruibili la piazza e il vicino parcheggio.

È stata concordata tra tutti la necessità di consentire ai fruitori del multipiano la possibilità di utilizzare il telepass per i pagamenti e di installare cartelli informativi con il conteggio dei posti sia in viale Cavour sia in Santo Stefano. Oltre alle panchine, è stata affrontata la possibilità in futuro di installare delle distese esterne di fronte agli esercizi commerciali.

Molto gradito, da parte dei rappresentanti delle associazioni, questo confronto che “rappresenta una vera e propria novità nel rapporto tra amministrazione comunale e imprese economiche – afferma Maggi – e che ripeteremo ogni qualvolta ci sarà da prendere delle decisioni che impattano sulle attività imprenditoriali e sulla vita e abitudini dei ferraresi”.

“Insomma – chiosa Maggi – intendiamo continuare su questa strada: ascolto, confronto e dialogo con i cittadini nella consapevolezza che il questo nuovo ‘metodo’ porterà risultati positivi per Ferrara e per i ferraresi. Credo ciò rappresenti una forma di dovere e un senso di responsabilità nei confronti del territorio e dei nostri concittadini”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi