Gio 11 Lug 2019 - 1233 visite
Stampa

Spal, Vagnati annuncia Murgia e chiude a Saponara: “Non ci interessa”

Il diesse ha parlato anche di Lazzari alla Lazio: "I biancocelesti si sono presentati subito in maniera seria e con Tare c'è stato un rapporto diretto e corretto"

(foto di Alessandro Castaldi)

di Davide Soattin

A poche ore dall’inizio del ritiro che vedrà la Spal impegnata al fresco delle Alpi  friulane di Tarvisio, nella rovente Milano – bollente non solo per le proibitive ed elevate temperature estive – tra una trattativa e l’altra, il diesse Davide Vagnati è stato intercettato dai microfoni di Sportitalia, curiosi di sapere qualcosa in più sugli obiettivi futuri del club estense.

“Ci auguriamo che nasca una squadra interessante – ha spiegato l’uomo mercato dei biancazzurri – e sappiamo che ogni stagione sarà difficile. Dovremo cercare di essere uniti insieme al nostro pubblico al fine di raggiungere la salvezza, che non è mai scontato in Serie A per una realtà come la nostra. Siamo felici di aver raggiunto l’accordo sia con D’Alessandro che con Berisha, acquistando anche un difensore come Igor. Nelle prossime ore cederemo Lazzari alla Lazio, prendendo con noi Murgia, che domani (oggi, ndr) verrà a Ferrara per fare le visite mediche”.

Successivamente, Vagnati si è soffermato proprio sulla trattativa che ha portato l’esterno destro alla corte di Simone Inzaghi: “Ci sono tanti motivazioni sul perché l’ha spuntata la Lazio. Intanto noi avevamo piacere di riprendere Murgia che, al di là delle qualità che ha dimostrato in questi sei mesi con noi, è un ragazzo che merita e noi guardiamo molto all’aspetto professionale, fondamentale per una squadra che si deve salvare e che non può avere grandi campioni, ma deve avere grandi uomini. I biancocelesti si sono presentati subito in maniera seria e con lo stesso Tare abbiamo avuto un rapporto diretto e corretto, tanto che la cosa è immediatamente diventata automatica”.

“Tutti gli allenatori – ha poi aggiunto il diesse, stuzzicato sul destino di Petagna e Fares – vogliono i migliori giocatori possibili. L’esterno ha grande potenzialità e siamo convintissimi che farà ancora meglio. Sarebbe sbagliato, anche per la sua crescita, fare uno step diverso e per questo motivo abbiamo intenzione di farlo rimanere. Andrea invece ha dimostrato di essere un grande attaccante e cercheremo di tenercelo stretto”.

Sulle prossime mosse di mercato, il direttore sportivo ha poi concluso: “I tifosi guardano molto alla realtà e sono felici di avere una proprietà così importante. Sperano di avere la squadra più forte possibile ma noi stiamo attenti anche al bilancio. Prenderemo un difensore, dopo aver provato a tenere Bonifazi, prima di altre uscite che metteremo a segno. Ora prendere italiani non è semplice. Stiamo valutando tutto, ma non abbiamo fretta. Saponara non ci interessa, dato che non rispecchia il nostro schema tattico. C’è già Jankovic che ha caratteristiche differenti in rosa. Stiamo parlando di un grande giocatore, ma non rientra nei nostri canoni”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi