Mer 10 Lug 2019 - 346 visite
Stampa

Rondoni liberi alla Lipu, Balboni rilancia il Giardino delle Capinere

Gli esemplari tornano nel loro ambiente naturale. L'assessore all'Ambiente e Animali: "Aumento di contributi per garantire le cure"

di Matteo Bellinazzi

Oggi, mercoledì 10 luglio alle 18, alla presenza del nuovo assessore all’Ambiente e Tutela degli animali Alessandro Balboni, sul prato antistante l’ingresso del Giardino delle Capinere (via Porta Catena 118), la Lipu di Ferrara libererà pubblicamente una decina di rondoni (Apus apus).

Un’occasione per tutti gli interessati per saperne di più sulla fauna del nostro territorio e per vedere da vicino un uccello comune ma dallo stile di vita eccezionale.

È un modo per far ‘volare’ anche il Giardino delle Capinere: “Ho incontrato Lorenzo Borghi (responsabile locale e vicepresidente nazionale della Lipu, ndr) la settimana scorsa per conoscere criticità e punti di forza dell’associazione. La volontà è quella di continuare a collaborare per portare aventi progetti di sensibilizzazione nelle scuole” annuncia il neo assessore Balboni che assicura un “aumento di contributi” per garantire il “ciclo virtuoso di cura degli animali che vede più del 70% degli animali accuditi tornare in libertà” e scongiurare un eventuale rischio di chiusura del Giardino delle Capinere, paventato anni fa quando i contributi erano ridotti all’osso e non erano considerati sufficienti per proseguire le attività, fortunatamente mai interrotte.

Intanto la liberazione pubblica ha lo scopo di sensibilizzare le persone sui temi ambientali, istruendoli su come comportarsi nel caso si incontri uno di questi uccelli in difficoltà, e dar loro la possibilità di partecipare a un evento unico come il ritorno alla libertà di un animale selvatico, accudito dai volontari del centro di recupero e rilasciato nel suo ambiente.

I rondoni sono animali eccezionali il cui numero è in costante declino a causa dei cambiamenti climatici e dell’inquinamento, per questo motivo è sempre più importante lavorare per la loro salvaguardia.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi