Lun 10 Giu 2019 - 2095 visite
Stampa

Si dimette la segretaria Pd di Ferrara

Ilaria Baraldi: “C’è bisogno di aria nuova per ripartire”

Ilaria Baraldi si dimette da segretaria comunale del Pd di Ferrara. Dimissioni senza elastico. In una nota la consigliera più votata dei dem annuncia che convocherà giovedì sera l’assemblea comunale alla quale si presenterà dimissionaria. “Il mio obiettivo prioritario è mettere il partito nelle condizioni migliori per continuare a coinvolgere chi si è impegnato in questi mesi” spiega Baraldi, che punta a coinvolgere tutte le forze della coalizione di centro sinistra che hanno sostenuto il candidato Aldo Modonesi.

È il primo grande scossone in casa dem alla sconfitta senza attenuanti da parte di Fabbri. E la stessa Baraldi, intervistata da Radio Città del Capo, conferma che “i dati sono inequivocabili. Anche a Ferrara, come in altre città, abbiamo patito una situazione nazionale, ma non dobbiamo cercare scuse e ragioni al di fuori delle nostre scelte. Se noi facessimo l’errore di guardare cosa è successo a livello nazionale e non riflettere sulle scelte fatte in chiave locale mostreremmo di non essere completamente trasparenti, onesti e sinceri”.

L’analisi del voto prosegue, sempre all’emittente radiofonica, per commentare che “il voto dei ferraresi era in larga parte atteso e l’insoddisfazione dei cittadini per alcune nostre scelte precedenti si è riversata negativamente sulla nostra proposta di rinnovamento”.

Ora lascerà la carica, ma non ovviamente il Pd: “io sarò della partita, se non altro perchè sono stata eletta in consiglio comunale, per fare una forte opposizione a una Lega che già ieri sera ha dimostrato quello che è”. Il riferimento è alla bandiera che ha oscurato lo striscione per Giulio Regeni: “l’effetto è quello di uno sfregio sia nei confronti della casa comunale che di un messaggio che l’amministrazione precedente aveva voluto lasciare a tutti i cittadini. Uno sfregio ad alcune regole democratiche che mi sembrano vengano messe in discussione”.

“Quando si perde bisogna essere sufficientemente responsabili da lasciare spazio ad altri per aprire una nuova fase”, continua la dirigente dem che, comunque, garantisce di proseguire nel suo impegno politico e siederà nelle fila Pd in Consiglio comunale: “Ora il Pd ha bisogno di aria nuova per ripartire e coinvolgere più persone possibile”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi