Sab 25 Mag 2019 - 1681 visite
Stampa

Eccesso di Enterococchi, scatta il divieto di balneazione alla Spiaggina. Promossi i Lidi

I risultati dei campionamenti di Arpae riferiscono di valori ampiamente sotto la norma per il litorale di Comacchio. Diversa la situazione a Goro

Goro, Comacchio. È partito con i prelievi pre-stagionali programmati nelle giornate del 20 e 21 maggio il campionamento delle acque della costa ferrarese, a cura di Arpae che in queste ore ha pubblicato risultati più che confortanti per il comacchiese, meno per Goro.

In questo caso infatti uno dei quattro campioni prelevati ha evidenziato una concentrazione molto alta di Enterococchi intestinali, nella misura di 908 Mpn per 100 millilitri a fronte di un limite massimo di 200 Mpn/100ml. Quanto basta per far scattare immediatamente – con ordinanza del 23 maggio – il divieto di temporaneo di balneazione nel tratto interessato, ovvero quello della ‘spiaggina’. Limiti nella norma invece nei pressi dello Scanno, dove sono stati prelevati tre campioni diversi.

L’ordinanza in questione sarà revocata non appena le analisi daranno esito favorevole al rispetto dei limiti massimi.

Di tutt’altro tenore i risultati relativi alla costa di Comacchio, con 16 campionamenti che hanno toccato tutti i Sette Lidi. Ovunque molto basse le concentrazioni di Enterococchi intestinali, mentre quella di Escherichia Coli si mantiene più alta nell’area di Lido degli Estensi comunque con valori di Mpn/100ml lontani dal limite di 500 unità (il più alto di questi ne indica 189).

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi