Mer 22 Mag 2019 - 158 visite
Stampa

Camere di Commercio: la Giunta regionale mantiene sospesa la fusione tra Ferrara e Ravenna

Zappaterra (Pd): “Governo immobile sul tema nonostante le dichiarazioni del Ministro Centinaio. A pagarne le conseguenze sono le imprese e il territorio”

La Camera di Commercio di Ferrara

Con una delibera la Giunta regionale dell’Emilia-Romagna ha stabilito di mantenere sospesi i procedimenti di fusione delle Camere di Commercio di Ferrara e Ravenna. Ad orientare la decisione una sentenza del Tar del Lazio (adito dalla Camera di Commercio di Pavia sullo stesso tema) che dichiara “rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale”.

Anche il Consiglio di Stato, nei giorni scorsi, aveva accolto i ricorsi presentati paventando una possibile illegittimità costituzionale.

Mentre prosegue il silenzio del governo in merito, la Regione Emilia-Romagna aveva già deciso, a gennaio, di sospendere le procedure di sua competenza per la fusione delle due Camere di Commercio. “Facendo la scelta più giusta, come avevo auspicato a novembre interrogando la Giunta per chiedere un approfondimento sul tema delle fusioni”, chiosa la consigliera Zappaterra.

“Avevo ragione a ritenere opportuno attendere l’esito dei ricorsi – prosegue – adesso è urgente che a Roma decidano. La riorganizzazione amministrativa non è argomento accattivante per selfie o dirette Facebook, ma serve una risposta. La tutela delle imprese è la priorità, ma senza certezze sulla Camera di Commercio si fanno solo chiacchiere”

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi