Lun 20 Mag 2019 - 958 visite
Stampa

Fabbri e Tomasi: “Lidi, turismo danneggiato dalle promesse vuote del Pd”

Il capogruppo della Lega in Regione ricorda che da due anni chiede l’installazione di barriere frangiflutti

“Ancora una mareggiata che distrugge la nostra costa, ancora il Pd alla guida della Regione che non muove un dito. Non previene nonostante l’esperienza degli anni passati abbia ormai reso evidente la fragilità delle nostre spiagge e non rimedia dopo aver promesso, come chiedeva la Lega, progetti di ripristino e di tutela delle coste. Un atteggiamento lassista e inefficace che danneggia, da anni, gli esercenti della costa, che colpisce ancora una volta il turismo e che dimostra quanto realmente il Pd abbia a cuore l’economia del nostro territorio”.

Alan Fabbri, capogruppo Lega Nord in Regione, interviene sulla situazione della costa ferrarese di nuovo aggredita dall’alta marea e messa in ginocchio dal maltempo delle ultime settimane. “E’ dal 2017 che chiediamo come gruppo regionale l’installazione di barriere frangiflutti, come unico sistema che si è dimostrato efficace per limitare l’erosione della spiaggia – aggiunge Fabbri – e lo scorso novembre la giunta Bonaccini prometteva l’avvio di interventi urgenti con 500mila euro per le urgenze e almeno 2,5 milioni chiesti a Roma per completare gli interventi nel 2019. Dove sono finiti quei finanziamenti? Nessun intervento efficace è stato messo in atto e il drammatico risultato è sotto gli occhi di tutti”.

Sul tema interviene anche l’onorevole Maura Tomasi (Lega): “Il presidente Stefano Bonaccini e la consigliera regionale del Pd Marcella Zappaterra ci avevano messo la faccia, mettendo il cappello sui progetti e sulle richieste portate avanti dalla Lega non solo per un ripristino della costa dall’erosione, con la promessa che i lavori sarebbero iniziati per tempo, ma anche garantendo un rilancio del turismo con iniziative e sostegno alle attività che in questo settore hanno investito”.

Invece “siamo all’apertura della stagione estiva e ancora nulla è stato fatto – prosegue Tomasi – con il rischio addirittura che interventi che prendono il va adesso vadano a influire negativamente sui primi turisti che appena il bel tempo lo permetterà metteranno piede in spiaggia”. Per Tomasi si tratta di un “atteggiamento irresponsabile di cui la giunta Bonaccini deve rispondere”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi