Ven 17 Mag 2019 - 338 visite
Stampa

La magia della Mille Miglia tra ponti e canali a Comacchio

Entusiasmo palpabile tra i tanti accorsi in centro storico. Fabbri: "Per noi un'attestazione di stima e di fiducia"

Comacchio. Una giornata incredibile ad attendere l’arrivo della “corsa più bella del mondo”, per citare Enzo Ferrari. Veri e propri gioielli d’epoca hanno sfrecciato per il centro storico di Comacchio in una lunga giornata, composta di diversi momenti che hanno anticipato l’arrivo dei partecipanti alla competizione, a partire dalle iniziative pomeridiane nei pressi della Torre Civica in piazza Folegatti a cura dello Studio Borsetti.

In primis l’apprezzata sfilata di auto d’epoca del Camebo Club Auto Moto d’Epoca Bologna in collaborazione con Ascom Confcommercio di Ferrara e provincia. Il club ha presentato complessivamente venticinque autovetture: una quindicina che hanno partecipato a edizioni storiche della Mille Miglia, e le rimanenti erano auto iconiche del motorismo mondiale (dal 1960 al 1990). Gli equipaggi di Camebo hanno potuto gustare poi le specialità enogastronomiche del territorio allestite all’interno delle Pescherie Vecchie.

Alla Camebo si è aggiunta la sfilata di auto, moto e biciclette d’epoca del Circolo Comacchiese Auto-Moto-Bici d’Epoca e quella delle vespe del Vespa Club Lidi di Comacchio. Dopo le 18 invece è arrivato il momento del Tributo Ferrari, con la sfilata di oltre cento Ferrari che prendono parte alla Carovana. Bellissime opere d’arte che sarebbe riduttivo definire veicoli di diversi decenni di produzione della casa del cavallino, ma sempre affascinanti. Non hanno fatto mancare la loro presenza neanche decine di auto della casa tedesca Mercedes, anche loro presenti in sfilata.

Alle 20.30 è sfrecciata nel centro storico la prima vettura in competizione, dando il via ad un tripudio ‘motoristico’ ed estetico di rara bellezza, con pezzi unici ed esclusivi nel loro genere: diversi gli ospiti illustri e popolari al grande pubblico di passaggio a Comacchio, tra cui gli chef Joe Bastianich e Carlo Cracco, ma anche l’ex pilota di Formula Uno Giancarlo Fisichella, già concorrente di passate edizioni.

Con oltre quattrocentocinquanta vetture in gara, Comacchio è stato il teatro del passaggio fino a sera inoltrata. Entusiasta l’intervento del Sindaco Fabbri che, con molta soddisfazione, ha portato il proprio saluto ai piloti e a tutta la cittadinanza: “Comacchio si conferma città accogliente e piena di meraviglie da scoprire. Questo risultato, la conferma del passaggio della “freccia rossa” anche per il 2019, è stata un’attestazione di stima e fiducia che l’organizzazione della Mille Miglia ha ancora una volta accordato al nostro Comune e alla sua comunità”. Non sono mancati gli interventi di supporto e congratulazione anche dagli assessori Alice Carli, Robert Bellotti e Riccardo Pattuelli, presenti durante la competizione.

Un loro particolare ringraziamento è andato all’istituto Remo Brindisi che con i suoi allievi ha accolto gli equipaggi delle vetture al momento del timbro di passaggio ed anche quelli del corso serale in “Sala e Cucina”, che hanno offerto un ottimo rifresco a tutti i visitatori.

“Un bel momento di promozione della nostra città, del nostro esclusivo centro storico, una cartolina dal sapore mondiale che la città di Comacchio merita davvero” commenta Gianfranco Vitali, presidente di Ascom Confcommercio della città lagunare.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi