Mer 15 Mag 2019 - 813 visite
Stampa

“Lasciateci nuotare”

Nasce il comitato Ferrara vuole nuotare: “Manca un impianto agonistico”

“Lasciateci nuotare” canterebbe a questo punto Toto Cutugno per fare da colonna sonora alla protesta del neonato comitato cittadino ‘Ferrara vuole nuotare’, sorto perché “manca un impianto sportivo natatorio di tipo agonistico omologato nella nostra provincia”.

“La competizione sportiva rappresenta un valore importante per ogni individuo – spiega il comitato -. Un’espressione della vita che deve essere supportata da strumenti e azioni finalizzate alla creazione di un percorso, offerto a tutti, che aiuti i giovani e non più giovani a realizzarsi, anche attraverso lo sport e tutto ciò che di positivo porta con sé. Dai primi passi, attraverso i corsi e le prime esperienze per poi passare alle vere e proprie gare”.

Ma questo non è possibile nella nostra città: “qui infatti non esiste un polo dove poter esprimere e svolgere attività natatoria come il nuoto agonistico a livello nazionale, la pallanuoto, il nuoto sincronizzato, il salvamento, la subacquea etc.”.

Per questo motivo ‘Ferrara vuole nuotare’ ha raccolto “la volontà di tanti e di tutti quelli che da tempo soffrono, sperano e si prodigano per praticare sport agonistico, e che sono disponibili a sopportare grandi disagi pur di raggiungere luoghi dove poter nuotare o praticare l’attività a livelli adeguati”.

Il comitato cerca di “sensibilizzare tutti, amministrazioni pubbliche e collettività dei cittadini, perché sia possibile, anche nella nostra provincia, avere un impianto per lo svolgimento di manifestazioni di nuoto omologabili dalla Federazione Italiana Nuoto del Coni”.

Quello che chiede il comitato è, nello specifico, una vasca da ml. 25,00×16,50 con un’altezza dell’acqua minima di 180 cm; nuoto in vasca corta con 8 corsie da ml. 2,00; pallanuoto maschile serie C, D e giovanili, pallanuoto femminile serie A, sincronizzato categorie esordienti. E ancora: una vasca da ml. 34,50×21,00 con pontone mobile e altezza acqua minima 180 cm – nuoto in vasca corta con 8 corsie da ml. 2,50 e pontone mobile posizionato a ml.25,00, pallanuoto altezza minima ml. 180 e consigliata 200, salvamento – per attività di nuoto sincronizzato è richiesta una profondità dell’acqua di ml. 2,50 per una lunghezza di almeno ml 12,00.

Inf ine una terza vasca da ml. 50,00×21,00 e altezza acqua minima 180 cm – nuoto, pallanuoto, salvamento, campionati Italiani – per attività di nuoto sincronizzato è richiesta una profondità dell’acqua di ml. 2,50 per una lunghezza di almeno ml 15,00 – tutte le competizioni nazionali ed internazionali ad eccezione dei Campionati del Mondo e dei Giochi Olimpici dove è richiesta una vasca dalle dimensioni ml. 50,00×25,00 con profondità minima di ml. 2,00.

“Un impianto omologato con le caratteristiche sopra elencate – conclude il comitato – può essere destinato, oltre che all’attività agonistica, anche a quella amatoriale e ludica, mentre non è possibile il contrario. Facciamoci sentire per dare a tutti la possibilità di diventare campioni”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi