Mer 8 Mag 2019 - 185 visite
Stampa

CentOpera in festa ‘scala l’Everest’ della musica di Verdi

Si inaugura il 21 giugno con Rigoletto in piazza Guercino. Il ricavato devoluto a Yasmee, ragazza palestinese disabile con una grande passione per l'alpinismo

di Serena Vezzani

Cento. Appuntamento anche quest’anno, per la seconda edizione, con “CentOpera in festa”: sull’onda del successo di Aida del 2018, la rassegna è realizzata dalla Fondazione Teatro G.Borgatti in collaborazione con il Comune di Cento e patrocinata dalla Regione Emilia Romagna, con il sostegno di Banca Centro Emilia.

E anche quest’anno si parlerà di Verdi: nella cornice suggestiva di piazza Guercino, sarà “Rigoletto” ad inaugurare CentOpera in festa venerdì 21 giugno, a cui seguirà il concerto della banda Rulli Frulli lunedì 24 giugno, per concludere venerdì 7 settembre con l’opera lirica “Falstaff” di Giuseppe Verdi a Renazzo, a villa Chiarelli.

“Filo rosso dei tre eventi” dichiara la presidente della Fondazione Teatro Milena Cariani, “la musica e un palcoscenico all’aperto, in due location storiche del comune di Cento, la piazza del capoluogo e il prezioso patrimonio artistico di villa Chiarelli”.

L’arena all’aperto di piazza Guercino vedrà la collocazione del palco sotto la torre dell’orologio, mentre le tribune circolari, con capienza di 900 posti, saranno posizionate nel lato opposto. In una sintesi suggestiva di scenografia tradizionale e architettura moderna, fusa nello spazio stesso della rappresentazione, sarà il pubblico il vero protagonista della vicenda.

Sarà un “Rigoletto” tradizionale quello che approderà sul palco centese, e il palazzo del governatore, che vanta un legame con Mantova, teatro delle vicende dell’opera, offrirà uno scenario di prova ideale per le scenografie di Carlo Guidetti. I costumi saranno di Artemio Cabassi, la regia di Dante Roberto Muro, mentre si esibirà l’Orchestra sinfonica delle terre verdiane, insieme al coro Opera house. Il cast artistico, selezionato dalla Fondazione, offrirà una fusione tra artisti in carriera e debuttanti, tra cui anche dei centesi.

In collaborazione con Rotary distretto 2072 e sostenuto da Elektrosistem, il concerto della banda Rulli frulli avrà uno scopo benefico: “Il ricavato della serata” dichiara Giuseppe Accorsi, presidente della società Elektrosistem, “sarà devoluto a Yasmeen, ragazza palestinese di 22 anni, disabile con una grande passione per l’alpinismo”. La ragazza, che sarà ospite a Cento, “ha già scalato il Kilimangiaro, ma le mancano le attrezzature e una protesi per scalare l’Everest”.

Portano invece “Falstaff” l’Accademia del Belcanto di Cento e la Pro Loco di Renazzo, affidando a Monica Minarelli e Giovanna Nocetti la scelta artistico registica, e trascinando con sé un ensemble orchestrale di fiati, archi e percussioni, guidati dal pianista Dragan Babic. I costumi sono realizzati da Roberto Graziani e appartengono alla collezione di Paolo Fregni: con una struttura integrale per alleggerire l’ascolto, “Falstaff” sarà anticipato dalla visita guidata animata in musica “Il re si diverte” il 18 maggio alla Rocca.

Dal Premio letteratura ragazzi alla collaborazione con il Cento street festival, è in arrivo anche il Rocka Rock dal 27 giugno al 24 luglio, nel cortile interno della Rocca, a ingresso libero. In programma dunque quella che a tutti gli effetti sarà “un’estate di cultura con la Fondazione” promette la presidente della Fondazione Cariani.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi