Lun 6 Mag 2019 - 1191 visite
Stampa

Nuova aggressione in carcere, detenuto colpisce due poliziotti penitenziari

Atto di autolesionismo nella sua cella, viene accompagnato in infermeria. Osapp: "Serve protocollo operativo urgente prima che succeda l'irreparabile"

Nella notte tra il 5 e il 6 maggio si è registrata un’aggressione ai danni del personale penitenziario della casa circondariale dell’Arginone a Ferrara.

Un detenuto di origine magrebina, in un atto di autolesionismo, si è procurato dei tagli nella sua cella e al momento di essere accompagnato in infermeria, per le necessarie cure, ha aggredito due agenti di polizia penitenziaria che gli stavano prestando soccorso.

Il detenuto, che era stato trasferito da un altro istituto, chiedeva a più riprese la somministrazione di farmaci non prescritti. Per tale motivo ha chiesto di essere trasferito; infatti si era già reso protagonista di altre intemperanze.

“Ma la movimentazione dei detenuti è ormai lenta e farraginosa anche quando per motivi di sicurezza bisognerebbe urgentemente provvedere – denuncia Lorenzo Bosco, segretario provinciale Osapp Ferrara -. Serve un protocollo operativo urgente che deve uniformare l’operato della polizia penitenziaria e delle aree sanitarie in tutti gli istituti. Prima che succeda l’irreparabile”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi