Dom 21 Apr 2019 - 2320 visite
Stampa

Spal, che sorpresa nell’uovo. Mattioli: “Tre punti importanti per la permanenza in A”

Il pres tiene alta la guardia: "C'è un patto coi ragazzi. Più arrivano in alto più la società ne beneficerà". Colombarini: "Qui dicevano che eravamo da B, possono ricredersi"

Mister Semplici (foto di Alessandro Castaldi)

di Simone Pesci

Il momento magico della Spal non ha fine, e dentro l’uovo di Pasqua i biancazzurri trovano una graditissima sorpresa. La quinta vittoria in sei partite pone infatti gli estensi a nove punti – con gli scontri diretti a favore con l’Empoli – sulla zona retrocessione.

Il primo a essere felice è il patron Francesco Colombarini: “Oggi festeggiamo una partita bellissima, anche per le reti che si sono viste. Qui a Empoli si diceva che eravamo una squadra di serie B, invece non era vero e oggi possono ricredersi. È un grande momento, nelle ultime cinque partite abbiamo un’andatura da primato”.

Si allarga di più il presidente Walter Mattioli: “Era una partita molto sentita e temuta, vincere come abbiamo vinto ci riempie di gioia, i ragazzi sono stati veramente bravi”. Il primo tifoso spallino poi si addentra nelle pieghe della gara: “Abbiamo iniziato bene, c’è stato un periodo che abbiamo sofferto verso la metà del primo tempo dove loro sono andati in vantaggio. Poi c’è stato il pareggio e nel secondo tempo abbiamo giocato da grande squadra: siamo veramente felici, oltre ad aver fatto una grande partita abbiamo distanziato ancora di più l’Empoli, sono tre punti importantissimi per la permanenza in serie A. Merito di tutti, anche del mister e dei tifosi, perché oggi sembrava di essere a Ferrara”.

Mattioli però continua a tenere alta la guardia, rivelando alcuni patti stretti con lo spogliatoio. “Trentotto punti – racconta – sono tanti ma ne serve ancora qualcuno per sentirci sicuri in A. Abbiamo fatto scommesse con la squadra per vedere dove poteva arrivare la Spal, ed è importante perché la posizione in classifica comporta certe cose: più su siamo, più benefici vengono per la società Spal quindi è importante non tralasciare niente”.

Il segreto di questa trasformazione secondo ‘il Pres’ sono “stati dei chiarimenti e il fatto di aver discusso certe situazioni”, che hanno comportato al fatto che la squadra “sia più consapevole della propria forza, dopo alcune importante vittorie i ragazzi sono più sicuri di sé, hanno fatto una partita più bella dell’altra e mi aspetto che continuino così. A inizio stagione, quando dicevamo che potevamo arrivare all’obiettivo qualche giornata prima, non eravamo dei sognatori”.

Vedendo la squadra dal basso non è stato certo differente, dall’analisi di mister Leonardo Semplici: “I ragazzi sono stati veramente bravi. La partenza non è stata eccelsa, ma dopo il rigore la squadra ha trovato l’identità che ci piace avere, dimostrando grande valore. Nonostante il loro pareggio abbiamo poi costruito la vittoria attraverso il gioco. Significa che il gruppo mi segue e vuole arrivare all’obiettivo. Floccari? Se è questo è giusto che continui a giocare. A prescindere da tutto, oggi abbiamo dimostrato di avere le qualità per lottare su tutti i campi contro tutti gli avversari, ci stiamo avvicinando all’obiettivo ma non abbiamo ancora compiuto il passo definitivo. Volevo ringraziare il pubblico, in alcuni momenti forse hanno creduto più loro di poter raggiungere l’obiettivo”.

Quando prendono gol i difensori non sono mai contenti, ma Francesco Vicari può passarci sopra: “Subire gol subito avevamo messo in preventivo che sarebbe potuto accadere. Siamo stati bravi a reagire, se riusciamo a mettere in campo la cattiveria e l’attenzione abbiamo giocatori con qualità incredibili e oggi l’abbiamo dimostrato. Finché non siamo sicuri della salvezza cercheremo di fare più punti possibile, a partire da domenica con il Genoa”.

“Siamo venuti qui per fare la partita e per vincerla, senza puntare al pareggio ma con la consapevolezza che siamo una grande squadra” ammette Alessandro Murgia, il quale predica calma: “Siamo contenti ma pensiamo già alla prossima partita. Abbiamo ancora da migliorare e continuiamo a lavorare”. 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi