Mar 16 Apr 2019 - 1560 visite
Stampa

Spal al lavoro per il primo match-point salvezza. Semplici risponde a Empoli e Bologna

Il tecnico biancazzurro: "Vittoria è merito innegabile dei miei ragazzi". Assente alla ripresa Valoti, mentre Kurtic ha lavorato a parte

di Davide Soattin

Se le intenzioni di Andreazzoli, Corsi e Mihajlovic sembrano essere quelle di alimentare il fuoco della lotta per non retrocedere, gettandovi benzina a suon di dichiarazioni al veleno e contestando le scelte di formazione operate da Allegri nel corso dell’ultimo match tra Spal e Juventus, altrettanto non lo si può di certo dire per il profilo adottato da Leonardo Semplici negli ultimi giorni.

Al ruolo di incendiario infatti, ben ricoperto dagli addetti ai lavori di Empoli e Bologna, il tecnico fiorentino ha preferito quello di pompiere, cercando di smorzare, ai microfoni di Radio Anch’io Sport, i toni di una questione che rischia seriamente di far passare in secondo piano l’ottima e gagliarda prova messa insieme dall’undici biancazzurro contro i campioni d’Italia, rispedendo al mittente le precedenti critiche con la sua solita eleganza.

“Leggo la formazione dei bianconeri – ha spiegato l’allenatore toscano – e vedo nove nazionali come Spinazzola, Dybala, Kean, Cancelo, Cuadrado, De Sciglio, Perin, Barzagli, più Bernardeschi. Giocatori che è difficile battere con grande facilità. Più che altro è il momento in cui abbiamo affrontato la Juve, è un momento particolare, magari lo abbiamo sfruttato”.

“Non credo – ha aggiunto Semplici – che i bianconeri fossero ragazzi ingenui o che disputavano per la prima volta un campionato importante. La Spal ha fatto una grande prestazione. Dopo essere andati in svantaggio, nella ripresa siamo con un altro piglio, non ci siamo accontentati del pari, è un merito innegabile dei miei che ci hanno creduto e fatto una prestazione importante”.

“Poi, non mi sembra la prima volta, con tutto il rispetto, in cui una piccola batte una grande – ha concluso Sor Leo -. Quando succedono queste cose, magari la grande non è al massimo. Però capita e capiterà ancora. Bisognava essere impeccabili per battere la Juve. L’abbiamo fatto e siamo contenti, per noi sono tre punti importantissimi. Andiamo avanti convinti di poter ottenere il nostro risultato, che è la salvezza”.

Intanto ieri, dalle parti di via Copparo, si sono rivisti i biancazzurri per il primo allenamento di una settimana che si preannuncerà rovente tra Empoli e Ferrara, soprattutto alla luce dei pesanti punti in palio che, se arrivassero nelle casse degli estensi, potrebbero con buona probabilità certificarne la salvezza virtuale.

Attività differenziata in palestra per gli acciaccati Kurtic e Poluzzi, così come per lo squalificato Fares, Dickmann e l’incerottato Jankovic, che sta cercando di ridurre i tempi di recupero dall’affaticamento all’adduttore, sottoponendosi a sedute riabilitative in una clinica specializzata di Firenze, come lui stesso racconta attraverso il proprio profilo Instagram.

Assente invece Valoti, ancora alle prese con la contusione al ginocchio delle scorse settimane, motivo per cui sono stati aggregati alla prima squadra Nikolic e Rizzo Pinna, entrambi protagonisti a centrocampo con la squadra Primavera di Cottafava nel corso di questo campionato e già convocati da Semplici nel match contro la Juventus.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi