Mar 16 Apr 2019 - 3958 visite
Stampa

La lite su Spal – Juve si conclude con una coltellata

L'episodio è avvenuto sabato sera ad Ariano Polesine. Ferito un 43enne di Mesola

(archivio)

Ha rischiato di avere un epilogo tragico il match di sabato pomeriggio tra Spal e Juventus, vinto per 2-1 dalla formazione ferrarese che ha rimandato i festeggiamenti del club torinese per l’ottavo scudetto consecutivo. Una discussione sulla partita tra due avventori di un bar si è infatti trasformato in un acceso diverbio, al termine del quale uno dei due uomini ha colpito l’altro con una coltellata, per poi farsi alla fuga.

L’episodio è avvenuto nel piazzale davanti al bar Betplanet di Ariano Polesine, sul versante rodigino del Po a pochi chilometri da Mesola, attorno alle 22:40 di sabato sera. Secondo le testimonianze raccolte dai carabinieri del Comune veneto, le discussioni sul match concluso nel pomeriggio erano proseguite anche in serata e gli animi si erano scaldati sempre di più, fino a quando due clienti non hanno proseguito la loro discussione fuori dal locale. Ad un certo punto uno di questi – secondo alcuni testimoni un 50enne di Codigoro – avrebbe estratto un coltello e colpito l’altro al ventre, scappando via subito dopo essersi reso conto di quanto commesso.

Fortunatamente per la vittima, un 43enne di Mesola, la lama si è fermata a pochi centimetri dal polmone e la ferita, per quanto profonda, non ha messo in pericolo la sua vita. L’uomo è stato soccorso e trasportato nella casa di cura di Porto Viro per ricevere le cure.

Nel frattempo è scattata la caccia all’aggressore, attraverso le indagini dei carabinieri della compagnia di Adria, che hanno visionato le riprese delle telecamere interne del locale per identificare l’uomo.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi