Lun 15 Apr 2019 - 709 visite
Stampa

Una Bondi decimata sfiora l’impresa a Roseto

Con 4/5 del quintetto infortunati Ferrara arriva a un soffio dallo sconfiggere gli squali

di Matteo Bellinazzi

Sfiora l’impresa la Bondi che dopo la salvezza matematica conquistata contro l’Assigeco Piacenza scende in campo a Roseto molto rimaneggiata a causa dei vari acciacchi. Nonostante l’assenza di Folarin Campbell e Panni, e con Ganeto e Fantoni arruolabili solo per pochi minuti i ragazzi di Spiro Leka hanno dato battaglia fino alla sirena finale facendo faticare e non poco i padroni di casa.

Ferrara, guidata dalla classe di Swann (38 punti per lui alla fine) e da un ottimo Molinaro da 18 punti, non solo resiste ma guida per larghi tratti della gara fallendo anche alcune occasioni che avrebbero potuto regalarle la vittoria. Dall’altra parte è il capitano di Roseto, Pierich, che ha risolto la pratica Bondi per gli abruzzesi salvandoli in più occasioni nel momento di difficoltà. Nel finale in volata i biancazzurri pagano l’inesperienza perdendo qualche palla di troppo e sbagliando tiri importanti. L’1/2 di Mazzoleni a 30 secondi dal termine condanna Ferrara alla sconfitta che esce però a testa alta dal PalaMaggetti.

Nei primi minuti Roseto sembra voler non fare sconti agli avversari aggredendoli su entrambi i lati del campo e rifilando un parziale di 10 a 0 in meno di tre minuti dando l’impressione che la partita sia destinata a durare poco. Buono l’avvio di gara di Person che mette rapidamente a referto 6 punti. Swann però non è venuto a Roseto per fare vacanza e smuove finalmente il referto per la Bondi. L’infortunio di Ganeto, che non rientrerà più, non demoralizza ‘Zeke’, e l’unico veterano in un quintetto pieno di giovani si mette alla guida della squadra, segna 8 punti in fila e riduce lo scarto a tre lunghezze (11-8 al 5’). I falli cominciano a essere un grosso problema già nel primo quarto per gli estensi viste le rotazioni ridotte ai minimi termini, ma Leka fa affidamento a tutte le sue risorse e riappare anche Zampini dopo la lunga pausa per l’infortunio al ginocchio subito nella gara contro Montegranaro. Il numero 13 estense segna anche il suo primo canestro con la tripla del -1, lasciando poi al solito Swann mettere la firma sul sorpasso. Guidata dalla sua stella Ferrara riesce ad aggiudicarsi il primo quarto per 20 a 19 tenendo apertissima la partita dopo il brutto inizio.

Un ottimo Molinaro permette a Ferrara di rimanere in gara anche nel corso della seconda frazione mentre Person e Akele provano a scrollarsi di dosso gli estensi. L’entrata in campo di capitan Pierich illumina Roseto con due belle giocate permettendo agli ‘Sharks’ di rimettere la testa avanti.
I 18 punti di Swann però tengono Ferrara a contatto con gli abruzzesi lasciando la partita ancora senza un vero padrone mentre Pierich delizia il proprio pubblico distribuendo invitanti assist ai propri compagni. Guidata dal proprio capitano Roseto costruisce un vantaggio di 5 punti dando l’impressione di essersi finalmente messa alla guida della gara. Ma Swann continua a essere un rebus per la difesa Rosetana e caricandosi sulle spalle tutti i giovani compagni conduce la Bondi verso la rimonta mandando in archivio il primo tempo addirittura in vantaggio per 41 a 40.

Liberati e Swann bombardano dalla lunga distanza segnando i primi canestri della seconda metà di gara mentre gli abruzzesi trovano soluzioni solo grazie a Pierich. Fa la sua comparsa anche Tommaso Fantoni, mai sceso in campo nel corso del primo tempo, ma il capitano ferrarese non riesce a dare il suo contributo per più di 3 minuti e Ferrara comincia a mostrare i primi segni di cedimento. Roseto ne approfitta per assestare il colpo del possibile ko. Oltre al solito Pierich si fa vedere anche Sherrod che con tre canestri in fila porta i padroni di casa avanti di 6 (57-51 al 16’).
Molinaro però non ci sta e con una schiacciata da top ten scuote la situazione tenendo in vita Ferrara. Eboua poi risponde a Molinaro decollando in contropiede ben innescato da Pierich per respingere l’assalto estense. Nonostante il tentativo dei padroni di casa di chiudere la partita la Bondi si ritrova stoicamente a cinque punti di distanza prima dei decisivi 10 minuti di partita.

Swann raggiunge i 30 punti personali con il primo canestro dell’ultima frazione e poi con una tripla pazzesca patta la gara a quota 63 riaprendo ancora una volta i giochi. Sempre Pierich tira fuori dai problemi gli squali rispondendo alla tripla del cecchino della Bondi. Person poi torna a segnare dopo l’intero terzo quarto e con un gioco da tre punti rimette due possessi pieni distanza tra le due formazioni. La Bondi pasticcia in due occasioni che avrebbero potuto ridurre il distacco e Pierich di esperienza approfitta della confusione estense per aumentare il divario. Ferrara però per l’ennesima volta risorge dalle proprie ceneri e Zampini con la zampata dell’ex manda a bersaglio la tripla che riagguanta Roseto a quota 70. Due liberi di Rodriguez danno un po’ di ossigeno agli abruzzesi ma Swann cinicamente si riprende il vantaggio con cinque punti consecutivi apparecchiando per un finale in volata inaspettato alla vigilia di questa partita. Akele tira fuori due punti dalla spazzatura per l’ennesimo controsorpasso, allungato dai due liberi di Rodriguez.
Molinaro accorcia a -2 e la palla recuperata in difesa regala il possesso a Ferrara a 30 secondi al termine. Roseto decide per il fallo tattico mandando in lunetta Mazzoleni che però fallisce il primo libero lasciando ancora 1 punto da recuperare ai suoi.

Anche la Bondi è costretta al fallo sistematico ma Rodriguez non trema dalla linea della carità lasciando a Ferrara un possesso pieno da recuperare.

La tripla del pareggio di Swann si spegne sul ferro insieme alle speranze estensi e Akele la chiude sancendo il punteggio finale sull’82 a 77.

I ragazzi di Leka comunque escono dal campo meritandosi gli applausi dopo aver sfiorato l’impresa.

Cimorosi Roseto – Bondi Ferrara 82-77 (19-20, 21-21, 23-17, 19-19)

Cimorosi Roseto: Simone Pierich 18 (1/3, 3/6), Wesley Person 14 (2/7, 2/6), Nikola Akele 14 (6/6, 0/1), Brandon Sherrod 11 (4/10, 0/0), Yancarlos jeferson Rodriguez 11 (0/5, 1/3), Paul Eboua 8 (3/5, 0/1), Jordan Bayehe 6 (2/3, 0/0), Abramo Pene’ 0 (0/0, 0/2), Giovanni Ianelli 0 (0/0, 0/0), Nicola Giordano 0 (0/0, 0/1), Lazar Nikolic 0 (0/0, 0/0), Luca Cocciaretto 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 28 / 32 – Rimbalzi: 35 8 + 27 (Nikola Akele 7) – Assist: 14 (Simone Pierich 5)

Bondi Ferrara: Isaiah Swann 38 (4/9, 7/20), Lorenzo Molinaro 18 (5/6, 1/3), Andrea Mazzoleni 7 (3/4, 0/0), Davide Liberati 6 (0/0, 2/4), Federico Zampini 6 (0/0, 2/3), Alessandro Buffo 2 (1/1, 0/3), Ruben Calò 0 (0/1, 0/1), Gabriele Ganeto 0 (0/0, 0/0), Alessandro Panni 0 (0/0, 0/0), Tommaso Fantoni 0 (0/0, 0/0), Simone Conti 0 (0/0, 0/1), Alessandro Mazzotti 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 18 – Rimbalzi: 21 1 + 20 (Lorenzo Molinaro 7) – Assist: 17 (Alessandro Buffo 4)

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi