Sab 13 Apr 2019 - 725 visite
Stampa

Carife. Azzerati di nuovo sul piede di guerra, Conte getta acqua sul fuoco

Il premier: “Voglio rassicurare tutti i risparmiatori, norme nel decreto crescita”, ma le associazioni annunciano una manifestazione a Roma in piazza Montecitorio

“Il mio governo, per ristabilire giustizia, è intervenuto a tutela dei risparmiatori e provveduto a stanziare 1,5 miliardi di euro nel prossimo triennio. Voglio rassicurare tutti i risparmiatori interessati che le norme che abbiamo predisposto consentiranno la liquidazione diretta e comunque rapida degli indennizzi a tutti i risparmiatori”.

Queste le parole del presidente del Consiglio Giuseppe Conte – intervenuto in Senato durante la cerimonia dei premi ‘Donato Menichella’-  che cerca di gettare acqua sul fuoco mentre infuriano le polemiche per i continui ritardi del decreto attuativo con le associazioni che sono nuovamente sul piede di guerra: una manifestazione è convocata a Roma, in piazza Montecitorio, per il 19 aprile, dalle ore 11.

Una manifestazione, si legge in una lunga lettera (qui integrale) sottoscritta anche dalle rappresentnati ferraresi Katia Furegatti, Milena Zaggia e Giovanna Mazzoni, “aperta a tutti i risparmiatori traditi i cui diritti sono stati calpestati, a tutti i risparmiatori traditi cui le istituzioni non hanno sino ad ora fornito alcun sostegno, a tutti i risparmiatori traditi che hanno ormai perso la fiducia nella giustizia, a tutti i risparmiatori che si sentono traditi anche da quei soggetti politici che, in occasione della recente campagna elettorale, avevano più e più volte promesso pubblicamente loro il risarcimento integrale dei danni, a tutti i risparmiatori traditi che non intendono arrendersi e che, anzi, continueranno a lottare per ottenere la tutela del diritto loro riconosciuto dalla Costituzione, il diritto alla tutela del risparmio”.

Dal canto suo, il premier assicura nuovamente che le norme “saranno inserite nel decreto crescita, ora che lo vareremo definitivamente. Abbiamo introdotto una soluzione molto innovativa ma solida, resistente ai vincoli stringenti europei. Confido che tutti i risparmiatori possano considerare con soddisfazione questa iniziativa normativa”.

Nel frattempo per mercoledì 24 aprile è stato fissato un incontro tra la commissaria europea alla concorrenza Margrethe Vestager e Luigi Ugone di ‘Noi che credevamo nella Bpvi’ a cui anche le altre associazioni chiedono di poter partecipare.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi