Ven 15 Mar 2019 - 196 visite
Stampa

Attentato in Nuova Zelanda, la comunità pakistana: “Giorno di lutto per tutti gli uomini di pace”

Tahir Mahmood in lutto per questo "attacco islamofobo". Il centro culturale islamico si raccoglie in preghiera

di Serena Vezzani

Cento. “Oggi è un giorno di lutto per tutti gli uomini di pace e di dialogo”: così Tahir Mahmood, referente del centro culturale islamico del Pakistan di Cento, in riferimento alla strage avvenuta questa notte nella città neozelandese di Christchurch.

Sono 49 le vittime, tutte musulmane, dell’attacco terroristico, che ha visto un commando di quattro persone guidate da un ventottenne australiano irrompere nella moschea di Al Noor, mentre anche la moschea di Masjid veniva presa di mira da auto cariche di esplosivi. E se le dinamiche del secondo attacco sono ancora da accertare, non sembrano esserci dubbi sul fatto che la strage sia di matrice anti-islamica.

Una “tragica notizia”, sottolinea Mahmoood, che esprime la sua vicinanza a tutta la comunità musulmana della Nuova Zelanda: “Mi stringo alla mia comunità nel dolore, e prego per i nostri fratelli e sorelle cadute in quest’attacco islamofobo”. E oggi sarà un giorno di lutto anche per il centro culturale islamico di Cento, dove ci si raccoglierà in preghiera per ricordare le 49 vittime.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi