Gio 14 Mar 2019 - 566 visite
Stampa

Concorso pubblico fantasma? Il Psi interroga la Giunta

I consiglieri Fabbri e Finotti richiamano la selezione avviata ad ottobre scorso e non conclusa con un'assunzione: "Ritardo o cambio della volontà politica? La criticità della dotazione organica è evidente"

di Giuseppe Malatesta

Codigoro. Un concorso fantasma per l’assunzione a tempo determinato di un dirigente per il primo settore? È la questione portata all’attenzione del consiglio comunale di martedì scorso dai consiglieri di opposizione Marco Finotti e Francesco Fabbri (Psi).

In una interpellanza ad hoc è stata infatti richiamata la procedura di selezione avviata il 18 ottobre 2018 e ancora non giunta a conclusione. Il termine per la presentazione della domanda è scaduto il 19 novembre e l’elenco dei cinque candidati ammessi è stato pubblicato un paio di giorni dopo.

A ciò ha fatto seguito un decreto sindacale del 13 dicembre in cui veniva nominata la commissione giudicatrice dei colloqui fissati per il 14 dicembre. “Ad oggi, trascorsi tre mesi dalla conclusione della selezione e non essendo ancora stato assunto alcun candidato, chiediamo all’amministrazione di mettere a disposizione la graduatoria finale e di spiegare perché non si è provveduto all’assunzione, considerato che, con delibera di giunta dell’8 marzo 2018, si riteneva di dotare il Comune di una organizzazione maggiormente funzionale ed eliminare le criticità dovute in particolare alla mancanza del dirigente amministrativo: si tratta dunque solo di un ritardo?” chiedono i consiglieri socialisti.

Marco Finotti e Francesco Fabbri

“Nel caso in cui non si dovesse più procedere all’assunzione – aggiungono – chiediamo se c’è stato un cambio di volontà politica, e chiediamo di motivarlo, o se è dovuto a vincoli normativi, chiediamo perché non sono stati valutati e approfonditi. Prendendo poi in considerazione la possibilità che tale procedura finisca in un ‘nulla di fatto’ (e quindi in una attività amministrativa che non rispetta i requisiti di economicità, efficienza ed efficacia, con dispendio di risorse economiche ed umane), chiediamo copia di tutti gli atti inerenti e una quantificazione delle risorse spese per tale procedura, compreso quello per la commissione di valutazione nominata dal sindaco Zanardi”.

L’occasione per Fabbri e Finotti è stata utile per mettere in evidenza, con una seconda interpellanza, “l’evidente criticità della dotazione organica comunale, con 63 unità a fronte delle 75 unità standard previste” e le conseguenti “difficoltà di erogare servizi pubblici efficienti ed efficaci”.

I due consiglieri fanno nuovamente riferimento alla delibera di giunta del 2018, in cui si esplicava la capacità assunzionale per concorso pubblico di cinque unità di personale nel 2018 (un istruttore direttivo amministrativo, un istruttore direttivo tecnico, due istruttori amministrativi e un dirigente amministrativo a tempo determinato) e di 3 unità per il 2019 (un istruttore amministrativo e due collaboratori tecnici).

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi