Lun 11 Mar 2019 - 1646 visite
Stampa

In casa con machete, manganello, fucile ad aria compressa e cartucce

Una doppia evasione dai domiciliari ha portato i Carabinieri a scoprire un piccolo arsenale nell'abitazione di un 37enne. Trovate anche due stufe a pellet rubate nel 2016. Denunciati tre conviventi

Mesola. Una doppia evasione dai domiciliari ha portato i Carabinieri a scoprire un piccolo arsenale e due stufe a pellet rubate nell’abitazione di G.F., 37enne di Mesola che ora è stato portato in carcere.

Nei guai con lui sono finite altre tre persone – sue conviventi – denunciate a piede libero per ricettazione e detenzione illegale di munizioni.

Nell’abitazione, controllata dopo l’ultima evasione del 4 marzo (la prima risaliva al 1° marzo), – quella che ha portato al ripristino della custodia cautelare in carcere per G.F – gli uomini dell’Arma, oltre alle due stufe,  hanno ritrovato anche 10 cartucce calibro 12, due machete, una tonfa e un tirapugni, tutti illegalmente detenuti, nonché una carabina ad aria compressa.

Le stufe avevano un valore complessivo di circa 6mila euro e risultavano rubate nel 2016 nel corso di un colpo avvenuto in uno stabilimento balneare di Lido di Volano. Entrambe sono state restituite al legittimo proprietario.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi