Lun 11 Feb 2019 - 4454 visite
Stampa

In 20 per ripulire il Grattacielo dai “residui di razzismo lasciati da Forza Nuova”

Alcuni residenti stranieri della zona ringraziano e si uniscono brevemente alla contromanifestazione del Gruppo Anti Discriminazioni dopo quella di Forza Nuova. Soriani: "I neofascisti non dovrebbero essere autorizzati a manifestare"

di Martin Miraglia

Erano in una ventina, con qualche minuto di ritardo dovuto al maltempo — sui manifestanti è caduta una leggera pioggia a tratti —, i manifestanti del ‘Gruppo Anti Discriminazioni’ che si sono presentati domenica mattina, a partire dalle 11 per procedere fino a dopo pranzo, ai giardini del grattacielo in risposta alla manifestazione del giorno prima di Forza Nuova che, al grido di ‘Riprendiamoci Ferrara’, si è scagliata contro gli spacciatori della zona prima e poi, in un crescendo correlato solo in modo vago, contro le “associazioni femministe”, le adozioni gay e pure la Lega.

Per questo i manifestanti si sono radunati con sacchi della spazzatura e ramazze per “ripulire la zona del grattacielo dai residui di razzismo dopo il passaggio di Forza Nuova di ieri”. “Ci aspettavamo una partecipazione un filo più alta, ma il tempo è quello che è, ma rimane comunque una pulizia simbolica considerata la ‘partecipatissima’ manifestazione di ieri nonostante il tempo clemente”, spiegano gli organizzatori che fanno notare come comunque la partecipazione, a condizioni diverse, non sia dissimile da quella della manifestazione contro la quale rispondono — tra uno scherzo e l’altro sulla gaffe di Alessandro Balboni sulla lapide di Torquato Tasso.

“Volevamo dare un segnale, dimostrare che c’è un’altra cittadinanza che è inclusiva e che rifiuta il razzismo in uno dei posti che vengono definiti i peggiori della città. Purtroppo sta venendo avanti la xenofobia, non c’è più la volontà di essere aperti ma solo di pensare a se stessi e di costruire muri”, raccontano osservate dalle forze dell’ordine Giuliana Andreatti e Stefania Soriani. “Questi gruppi poi sono neofascisti e si dichiarano palesemente tali: le autorità non dovrebbero autorizzare le loro manifestazioni o i loro banchetti in piazza per essere in accordo con la nostra Costituzione”, è l’ultima stoccata prima di ricevere i ringraziamenti da parte della comunità straniera del Grattacielo che si è unita per alcuni momenti alla manifestazione.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi