Mar 5 Feb 2019 - 700 visite
Stampa

L’ex Bondi Mike Hall vittima di insulti razzisti

L'americano riferisce di essere stato chiamato "negro" da un tifoso. «Non voglio più giocare in un campionato o in un paese dove questo sia ok». Solidarietà dalla Bondi

Mike Hall (foto di Alessandro Castaldi)

«Kleb Basket Ferrara, ed i propri tifosi, condannano qualsiasi episodio razzista che si verifichi sui campi di pallacanestro italiani, credendo nei valori dell’Universalità, del Rispetto e dell’Educazione che sono base del nostro sport». Non spunta fuori per caso il messaggio lanciato dalla Bondi attraverso i suoi canali social. Un suo ex giocatore – e che giocatore – Mike Hall sembra infatti essere stato vittima di un episodio razzista durante la gara tra la sua Virtus Cassino e la Mens Sana Siena.

A raccontare l’episodio, col suo solito modo senza filtri, è stato lo stesso giocatore americano su Twitter: «Ho giocato troppo a lungo e ho guadagnato troppo rispetto perché i tifosi di Siena entrino in campo e mi chiamino negro».

«Non voglio più giocare in un campionato o in un paese dove questo sia ok – ha affermato il giocatore in un altro tweet -. Ogni settimana in Italia c’è una storia come questa, nel calcio o nel basket. Alcuni si scusano. Piccole multe, Ma adesso dobbiamo convivere con questa mancanza di rispetto ogni giorno. Non ne vale più la pena».

Con un  post Instagram Hall ha lasciato intendere che starebbe meditando il ritiro.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

My son got to see me play…I am perfectly OK if yesterday was the last game I ever play. I will take a few days to think about it….ciao

Un post condiviso da Mike Hall (@_michaelinho) in data:

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi