Lun 4 Feb 2019 - 1143 visite
Stampa

Basket A2. Bondi vincente all’ultimo respiro

Un canestro a tempo quasi scaduto di Campbell regala due punti fondamentali al Kleb

di Andrea Mainardi

C’è ancora vita per la pallacanestro estense. Nello scontro diretto con Cagliari infatti Fantoni e compagni tornano alla vittoria dopo un finale al cardiopalma, merito di Campbell che firma l’85-86 finale con soli tre secondi rimasti sul cronometro.

Due punti fondamentali questi per la Bondi che hanno la meglio in uno scontro salvezza ‘senza domani’ e che le permette di guardare con rinnovata fiducia alla corsa salvezza.

Sugli scudi contro la Hertz capitan Fantoni, tornato a ruggire sotto canestro con 21 punti e sette rimbalzi assieme ai 23 di Swann (9/28 al tiro ma anche 10 rimbalzi e 7 assist) ed ai 19 di un chirurgico Campbell.

Come la Bondi, anche Cagliari basa tanto del proprio attacco sul tiro pesante il quale però non entra agli isolani nei primi minuti di gara. Ferrara allora ne approfitta mettendo in mostra un gran Molinaro che schiaccia, prende rimbalzi e stoppa facendo tutte quelle piccole cose che servono alla squadra (2-9 al 4’). Bene anche Calò nel break iniziale così come Fantoni capace di farsi trovare, pronto sugli scarichi di Swann. Cagliari fa davvero poco e, tranne qualche buona giocata di Johnson, sembra patire il maggior agonismo estense.

Dalla panchina coach Leka inserisce anche Campbell che con cinque punti consecutivi contribuisce al 12-23 che chiude il primo quarto. La reazione cagliaritana arriva assieme alla crescita di Miles, capace di concretizzare le proprie iniziative personali ed al buon contributo di Bucarelli ed Allegretti dalla panchina (23-30 al 13’).

Per la Bondi si sblocca finalmente Swann dall’arco ma l’inerzia pare a favore dei padroni di casa. Ancora Miles di puro talento va a segno dalla media, replica Panni da tre il quale però perde palla ed ancora l’americano segna dal palleggio sulla sirena dell’intervallo il canestro del -3 sul 44-47.

I padroni di casa perfezionano la rimonta ad inizio ripresa grazie a Janelidze e Johnson bravi a farsi valere si ain area pitturata che dall’arco dei tre punti. Ferrara ci mette un po’ a svegliarsi ma lo fa con Swann bravo prima a servire a Molinaro l’alley oop e poi a mettersi in proprio.

Ancora l’americano batte un colpo da te assieme a Fantoni con un gancio vecchia scuola e Bondi che resta sul +3 al 26’. Cagliari cala un po’ la propria efficacia offensiva grazie anche a Calò che fa tante piccole cose utili in difesa ma poi pecca nel finalizzare l’azione. I biancoazzurri restano avanti di due possessi ma ancora la zampata di fine quarto sempre ad opera di Miles fissa il punteggio sul 63-66.

Il primo vero tentativo di strappo è ad opera della Bondi grazie al talento di Swann che prima segna due triple delle sue e poi regala a Fantoni l’assist del +9. Proprio del momento decisivo c’è però il solito calo estense fatto di errori e nervosismo. Johnson e Miles pian piano ricuciono le distanze ed i liberi di Bucarelli valgono il 76 pari al 37’. La partita ora entra nel vivo ed entrambe le squadre ribattono colpo su colpo.

Johnson da tre insacca il sorpasso cagliaritano, replica Fantoni due volte seguito da Miles. Con pochi secondi rimasti sul cronometro Swann sbaglia incredibilmente i liberi del possibile +3 e nel ribaltamento commetta fallo su Bucarelli che invece non fa errori dalla lunetta. Con undici secondi rimasti la Hertz è sul +1.

Quando gli incubi sembrano materializzarsi per la Bondi ecco però che finalmente la fortuna gira a suo favore. Swann infatti sbaglia da sotto ma sul rimbalzo successivo il più lesto ad arrivare sulla palla è Campbell che appoggia comodamente il canestro del nuovo vantaggio ferrarese.

Mancano tre secondi sul cronometro, Cagliari va alla rimessa ma la difesa di Fantoni su Johnson è perfetta non consentendogli la ricezione e finalmente il Kleb Basket può festeggiare il ritorno ad una vittoria che mancava da troppo tempo.

Hertz Cagliari – Bondi Ferrara 85-86 (12-23, 32-24, 19-19, 22-20)

Hertz Cagliari: Anthony gillespie Miles jr 24 (9/13, 1/3), Justin Johnson 21 (4/9, 3/3), Lorenzo Bucarelli 12 (4/5, 0/0), Giga Janelidze 10 (2/2, 2/4), Marco Allegretti 8 (0/1, 2/4), Roberto Rullo 6 (2/3, 0/8), Andrea Picarelli 2 (1/3, 0/1), Andrea Rovatti 2 (1/2, 0/1), Ferdinando Matrone 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Floridia 0 (0/0, 0/0), Ezio Gallizzi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 18 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Justin Johnson, Giga Janelidze 7) – Assist: 14 (Roberto Rullo 5).

Bondi Ferrara: Isaiah Swann 23 (4/17, 5/11), Tommaso Fantoni 21 (7/10, 0/0), Folarin Campbell 19 (8/12, 0/3), Alessandro Panni 10 (2/3, 2/5), Lorenzo Molinaro 7 (3/6, 0/4), Ruben Calò 6 (1/3, 1/1), Davide Liberati 0 (0/1, 0/1), Andrea Mazzoleni 0 (0/0, 0/0), Cesare Barbon 0 (0/0, 0/0), Simone Conti 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 19 – Rimbalzi: 38 13 + 25 (Isaiah Swann 10) – Assist: 15 (Isaiah Swann 7)

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi