Ven 1 Feb 2019 - 301 visite
Stampa

Baltur, ancora un passo falso

Il piano salvezza della Benedetto XIV si complica e vedono avvicinarsi il rischio play-out

di Michele Manni

Cento. Al Pala Savena si affrontano due squadre che hanno in comune una disperata necessità di punti, nel tentativo di lasciarsi alle spalle un fine settimana da dimenticare e tornare a muovere la classifica: da un lato la Baltur Cento che, dopo l’euforia per l’affermazione nel derby con Ferrara, è uscita ridimensionata dall’infausta trasferta di Roseto, dove ha rimediato un pesante passivo ed è uscita dal campo tra i fischi dei propri tifosi; dell’altro la OraSì Ravenna, che nelle ultime dieci giornate ha racimolato soltanto sei punti ed è reduce da due sconfitte consecutive, a Montegranaro contro la formazione locale e a Faenza contro Cagliari.

Se gli emiliani si presentano all’appuntamento con Balducci e Manzi nei dodici per Invidia e Moreno che si accomodano in tribuna così come White, i romagnoli sono invece al gran completo.

Alla palla a due Bechi si affida subito a Kuksiks, preferito a Mays. La Baltur si porta subito avanti con Gasparin (8-4) ma Smith pesca i primi due falli di Reati e Jurkatamm sorpassa. Successivamente Cento si riporta avanti ma spreca tanto e Jurkatamm la beffa col canestro del 13-14, sulla sirena che sancisce la fine del primo quarto.

In principio di secondo quarto Mays illude i locali (19-14), ma gli ospiti rispondono con tre canestri pesanti di Masciadri e uno di Jurkatamm: 19-26. L’attacco centese stenta a trovare alternative a Mays, e i ravennati ne approfittano per allungare fino al “+15” (25-40), che a metà diventa “+12” (28-40).

Nella ripresa Benfatto riavvicina Cento (32-40) ma Masciadri e Hairston la ricacciano indietro e Montano firma il massimo vantaggio esterno (32-50), ma la Baltur resta in partita con Reati e Kuksiks: 37-50.

In apertura di quarta frazione Cento si rifà sotto con Mays (42-52) e Mazzon ferma la partita. Un antisportivo a Ebeling arresta l’inerzia del match e la OraSí riallunga con Smith e Montano (44-64), facendo scorrere i titoli di coda sulla partita.

La OraSì consolida dunque la sua posizione in chiave play-off, mentre il piano salvezza della Baltur si complica poiché capitan Benfatto e soci mantengono due punti (e scontro diretto) su Ferrara ma vedono allontanarsi la tredicesima posizione, che consentirebbe loro di mantenere la categoria senza disputare i play-out.

Baltur Cento – OraSì Ravenna 50-64 (13-14, 15-26, 9-10, 13-14)

Baltur Cento: Keddric Mays 19 (0/3, 6/9), Davide Reati 10 (3/5, 1/3), Michele Benfatto 9 (3/7, 0/0), Rihards Kuksiks 6 (1/5, 1/3), Giovanni Gasparin 4 (2/3, 0/3), Michele Ebeling 2 (1/2, 0/6), Alberto Chiumenti 0 (0/3, 0/0), Adama Ba 0 (0/2, 0/0), Giorgio Di bonaventura 0 (0/0, 0/0), Marco Pasqualin 0 (0/0, 0/0), Giacomo Manzi 0 (0/0, 0/0), Simone Balducci 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 6 / 10 – Rimbalzi: 34 6 + 28 (Rihards Kuksiks, Giovanni Gasparin 7) – Assist: 11 (Giovanni Gasparin 5)
OraSì Ravenna: Stefano Masciadri 18 (0/4, 6/10), Adam Smith 12 (3/8, 1/3), Matteo Montano 9 (1/1, 2/7), Josh Hairston 8 (3/5, 0/0), Mikk Jurkatamm 8 (1/2, 2/5), Marco Cardillo 4 (1/5, 0/2), Marco Laganà 3 (0/1, 0/1), Luca Gandini 2 (0/0, 0/2), Michele Rubbini 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Tartamella 0 (0/0, 0/0), Fadilou Seck 0 (0/0, 0/0), Rafael Baldassi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 15 – Rimbalzi: 27 5 + 22 (Marco Cardillo 11) – Assist: 12 (Marco Cardillo 5)

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi