Mar 29 Gen 2019 - 268 visite
Stampa

Balboni (FdI): “Ben venga la sperimentazione sul corso di laurea in Medicina”

Il consigliere comunale soddisfatto delle recenti politiche dell'Università di Ferrara

“Le recenti politiche del rettore Zauli hanno aumentato sensibilmente il numero di nuove matricole iscritte, riuscendo a invertire un trend negativo che negli ultimi anni rischiava di portare Unife sotto la quota dei 15.000 studenti”. E’ un commento soddisfatto, quello di Alessandro Balboni, consigliere comunale di Fratelli d’Italia, dopo l’annuncio della sperimentazione che modificherà l’accesso a Medicina e Chirurgia.

“In qualità di rappresentante degli studenti – spiega Balboni – ho potuto collaborare alla soluzione delle problematiche conseguite dall’aumento degli immatricolati e, in tale contesto, ho potuto vedere la disponibilità dell’università al confronto e alla collaborazione, nell’interesse dei suoi studenti. È grazie a queste premesse che posso apprezzare e guardare con ottimismo all’apertura sperimentale del corso di Medicina, un progetto ambizioso che riguarderebbe 600 studenti. Una sperimentazione in tal senso consentirebbe a Unife di consolidare la propria posizione tra i grandi atenei, quelli che superano i 20.000 iscritti, e al contempo permetterebbe alla nostra città di godere di tutti quei benefici economici, demografici e culturali rappresentati dall’aumento della popolazione di studenti fuorisede”.

“In veste di Consigliere Comunale di Fratelli d’Italia e in qualità di membro del comitato per la stesura del programma del centrodestra – conclude Balboni – ribadisco l’importanza strategica della collaborazione tra Comune e Ateneo, nella prospettiva di trasformare Ferrara in una vera Città Universitaria.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi