Lun 28 Gen 2019 - 44 visite
Stampa

Antimicrobicoresistenza, quali pericoli per gli animali?

Giovanni Re spiega il fenomeno, "emergenza mondiale o scoop social-mediatico?"

Giovedì 31 gennaio alle 21 presso Agire Sociale, in via Ravenna 52, l’associazione culturale Mondo Animali organizza l’evento “Antimicrobicoresistenza: emergenza mondiale o scoop social-mediatico? E i nostri amici animali sono coinvolti o no?” con il professore Giovanni Re, direttore del Dipartimento di Farmacologia della Facoltà di medicina veterinaria di Torino.

Nel corso della presentazione verranno considerati i punti salienti di quella che viene definita un’emergenza mondiale per la sanità. La trattazione partirà dalla definizione di che cosa è l’Amr (antimicrobicoresistenza) alla descrizione dello stato dell’arte, dei fenomeni di insorgenza e diffusione, dei possibili pericoli sanitari per l’uomo e per gli animali, se possa essere considerata una patologia, addirittura una zoonosi cioè una “malattia” trasmissibile uomo-animale e viceversa.

Verrà discusso quanto gli animali e in particolare i pet possano essere coinvolti, se esiste un reale pericolo per gli animali che condividono con noi ambiente casa e lavoro e se esiste un reale pericolo per noi che viviamo a stretto contatto con loro. Verranno illustrate le misure che le varie organizzazioni sanitarie nazionali, europee e mondiali hanno messo in atto per far fronte al “problema” e quanto il consumo di antibiotici possa pesare sul bilancio dell’Amr,, quanto possano essere onerose o se basta semplicemente lavarsi le mani e non lavarsene le mani.

L’evento, gratuito, è patrocinato dal Comune di Ferrara e dall’Ordine dei Veterinari. Per informazioni scrivere a mondoanimali.fe@gmail.com oppure tramite sms al 347 6920668.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi