Dom 13 Gen 2019 - 3894 visite
Stampa

Il tribunale piange la presidente Rosaria Savastano

La giudice si è spenta dopo una lunga malattia. Il cordoglio di sindaco e avvocati: "Corretta, preparata e sempre gentile"

Rosaria Savastano

Lutto nel mondo della giustizia ferrarese. Sabato mattina si è spenta Rosaria Savastano, presidente del tribunale di Ferrara, consumata da una lunga e grave malattia che un paio di mesi fa l’aveva portata, a malincuore, a rassegnare le dimissioni da quella che considerava la sua casa: il tribunale.

È stata la prima donna a guidare gli uffici giudiziari a Ferrara. Ma anche prima del suo insediamento come presidente, avvenuta nel novembre del 2016, si era fatta riconoscere in aula per la sua irreprensibile professionalità in oltre 35 anni di carriera forense.

Savastano, 65 anni, napoletana di nascita ma ferrarese di adozione, aveva continuato i suoi studi proprio nella città estense: dopo la laurea in giurisprudenza nel 1979, aveva fatto l’uditore e iniziato a indossare la toga in quella che considerava la sua casa.

“Ferrara è stata scelta come luogo dei miei affetti e interessi personali, è la mia città anche se sono nata a Napoli e non ho perso l’accento napoletano” scherzava durante la cerimonia di giuramento davanti agli altri giudici, magistrati e avvocati che ora faticano a trattenere le lacrime per la sua scomparsa.

“Mi dispiace tantissimo, non so dire quanto: era una giudice corretta, preparata, estremamente rispettosa di tutti, anche in momenti tesi di udienza – la ricorda con rammarico il sindaco Tiziano Tagliani -. Anche nel ruolo di presidente si è dimostrata una persona decisa, ma sempre corretta e cordiale. Abbiamo lavorato insieme per organizzare la logistica del processo Carife al centro Quadrifoglio ed è molto triste che se ne sia andata così”.

Tra i messaggi di cordoglio c’è anche quello dell’avvocato Piero Giubelli: “Era giudice istruttore quando ho iniziato a lavorare negli anni ’90 e fin da subito si è dimostrata scrupolosa, preparata, gentile. Era apprezzata da tutti. Abbiamo collaborato insieme per alcuni eventi formativi e sottoscritto due protocolli dell’Ordine degli Avvocati per la disciplina di separazione e divorzio per evitare litigi. Una grande donna, una grande professionista, con un grande carattere”.

I funerali sono stati fissati per martedì 15 gennaio, alle 15.45, nella chiesa del Gesù in via Borgo dei Leoni, a due passi dal tribunale che aveva tanto amato e conservato nei suoi valori più alti.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi