Ven 11 Gen 2019 - 271 visite
Stampa

Iperafflusso all’ospedale, Cona verso la normalità

Il Sant’Anna: “La saturazione non è da attribuirsi al picco influenzale, previsto per le prossime settimane”

Continua a migliorare la condizione di iperafflusso all’ospedale di Cona. Dopo le festività, nei primi giorni dell’anno, la situazione relativa ai posti letto aveva visto l’ospedale affrontare una condizione di grande pressione di ricovero.

“Oggi i reparti di medicina hanno riacquistato la capacità di accoglienza dei giorni caratterizzati dalla normale pressione di ricovero – fa saper l’azienda ospedaliero-universitaria Sant’Anna -. In ogni caso la direzione medica, attraverso il bed manager, continua il monitoraggio costante degli accessi, preallertando i reparti chirurgici per permettere l’accoglienza di eventuali ricoveri da pronto soccorso nei letti destinati alla gestione dell’iperafflusso (a partire dalla chirurgia d’urgenza) ad ora ancora disponibili”.

Allo stato attuale non è prevista nessuna variazione della programmazione chirurgica.

“La saturazione non è da attribuirsi al picco influenzale, previsto per le prossime settimane – specifica l’azienda -, ma ad un incremento di accessi e ricoveri (costante nel tempo), unito al fisiologico aumento di questa stagione, alla complessità di diversi casi trattati in pronto soccorso e alle difficoltà di dimissione legate alle recenti festività”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi