Ven 11 Gen 2019 - 439 visite
Stampa

I carabinieri ricordano il gesto eroico di Carmine Della Sala

A Pontelagoscuro la commemorazione del 46° anniversario dell’uccisione dell’appuntato

Questa mattina, alle 10.30 nella chiesa di San Giovanni Battista a Pontelagoscuro, è stata celebrata la messa di commemorazione dell’eroico gesto dell’appuntato Carmine Della Sala, insignito della medaglia d’oro al valor militare e della medaglia d’oro al valor civile “alla memoria”, ucciso nel corso di una rapina avvenuta proprio a Pontelagoscuro l’11 gennaio 1973.

Carmine Della Sala nacque ad Atripalda (AV) il 7 maggio del 1927. Si arruolò giovanissimo nell’Arma dei Carabinieri e venne inviato come prima destinazione in Toscana e precisamente nella piccola Stazione di Serravalle di Bibbiena (AR), dove conobbe la futura moglie e dal cui matrimonio nacquero tre figli. Venne successivamente trasferito a Pontelagoscuro, dove l’11 gennaio del 1973 trovò la morte.

Quel giorno era di riposo, ma all’ultimo fu richiamato in servizio per sostituire un collega ammalato. Di pattuglia con un altro carabiniere molto più giovane, si era recato presso la scuola media frequentata dal figlio Roberto, che in quel momento si trovava in classe. La scuola era ubicata proprio davanti ad una banca. Notata una macchina ferma davanti all’istituto di credito con il motore acceso non esitò, dopo aver inviato il collega a chiedere rinforzi alla vicina caserma, ad avviarsi verso la banca.

Dopo alcuni secondi si udirono degli scoppi che ai ragazzi sembrarono petardi, in realtà si trattava di spari. L’appuntato Carmine Della Sala venne raggiunto da un colpo di pistola all’addome e, avvinghiatosi a uno dei rapinatori, venne trascinato dentro la macchina e finito dai malviventi all’interno dell’abitacolo. Successivamente gli assassini gettarono il suo corpo dall’auto in fuga alcune centinaia di metri più avanti.

Le sue spoglie ora riposano nel cimitero di Serravalle di Bibbiena, dove Carmine Della Sala sognava di ritirarsi in pensione. In ricordo del militare sono state intitolate le scuole elementari di Pontelagoscuro, una via di Ferrara, la caserma sede del Comando Provinciale Carabinieri di Ferrara e la caserma sede del Comando Provinciale Carabinieri di Arezzo.

Alla cerimonia erano presenti i figli Roberto, Antonella, Paolo e un nipote. Alla messa – presieduta dal cappellano militare della Legione Carabinieri “Emilia Romagna”, don Giuseppe Grigolon  e celebrata dal parroco di Pontelagoscuro don Silvano Bedin – hanno partecipato le massime autorità cittadine, il comandante provinciale dei Carabinieri di Ferrara, colonnello Andrea Desideri, nonché una rappresentanza di studenti della scuola di Pontelagoscuro intitolata all’appuntato Carmine Della Sala.

Dopo la messa la cerimonia si è spostata in piazza Buozzi, dove è stata deposta una corona per ricordare il valore e il coraggio dimostrato e speso dal militare per la comunità ferrarese. La manifestazione è poi proseguita con i bambini delle scuole di Pontelagoscuro che, dopo aver scritto i loro pensieri sul tragico evento, li hanno consegnati ai famigliari dell’appuntato Della Sala.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi