Ven 11 Gen 2019 - 2551 visite
Stampa

Ubriaca chiama la polizia e sputa addosso agli agenti

La sbronza molesta finisce con una denuncia per procurato allarme, oltraggio e ubriachezza

Ha bevuto troppo e ha pensato di chiedere aiuto alla polizia, ma quando questa è intervenuta ha iniziato a inveire contro gli agenti, arrivando a sputare sulla divisa del capo pattuglia.

Una sbronza molesta che finisce con una denuncia in stato di libertà per i reati di procurato allarme, oltraggio a pubblico ufficiale e ubriachezza a carico di una donna anconetana di 40 anni.

È stata la stessa donna, dopo aver alzato un po’ troppo il gomito nella serata di giovedì 10 gennaio, a richiedere l’intervento della Volante, dicendo di aver bisogno di aiuto in via Poledrelli.

Gli agenti giunti sul posto sono stati richiamati da alcuni passanti che indicavano la 40enne, palesemente ubriaca, che all’arrivo della volante si è avvicinata all’auto di servizio.

La donna ha poi sputato sulla divisa del capo pattuglia, continuando a inveire senza alcun motivo contro gli agenti, pronunciando parole offensive alla presenza di diverse persone appena uscite dall’ex caserma dei vigili del fuoco dove si era svolto un convegno.

Sul posto è stata richiesta anche un’ambulanza ma la 40enne ha rifiutato categoricamente di sottoporsi a cure mediche pur facendo fatica a reggersi in piedi. La stessa donna era stata protagonista, in un precedente turno delle Volanti, di un intervento presso un bar in piazzale Stazione, dove era stata allontanata dopo aver volontariamente gettato a terra e rotto un bicchiere.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi