Mar 1 Gen 2019 - 1609 visite
Stampa

Riva del Po e Tresignana i ‘primi nati‘ del 2019

Fuori dai reparti di maternità, tra il medio e il basso ferrarese, il primo giorno del nuovo anno ha dato il benvenuto ai due nuovi Comuni fusi

dav

Fuori dai reparti di maternità, tra il medio e il basso ferrarese, il primo giorno del nuovo anno ha dato il benvenuto a Tresignana e Riva del Po, i primi nati nella provincia estense venuti al mondo dopo una gestazione durata mesi, tanto quanto il percorso istituzionale per la fusione di Tresigallo e Formignana da una parte, di Berra e Ro dall’altra.

Sono loro il risultato delle due fusioni, ‘benedette’ dai cittadini in occasione dei referendum consultivi del 7 ottobre scorso, due nuovi Comuni tra i sette e gli ottomila abitanti che ridisegnano la cartina della provincia, che passa ufficialmente da 23 a 21 Comuni.

Berra e Ro lasciano il posto alla novella Riva del Po, la cittadina che corre lungo il Po e tracciando con il suo lembo di terra il confine con il rodigino: 111 chilometri quadrati di territorio dominati dalla campagna interposti tra Ferrara e Mesola, abitati da circa 8032 ex berresi e roesi. A guidare il Comune fino alle prossime elezioni amministrative sarà il viceprefetto Pinuccia Niglio. Poi potrebbe anche ritoccare agli ex sindaci Antonio Giannini ed Erik Zaghini. Se il primo ha infatti alle spalle un solo mandato alla guida di Ro, Zaghini può volendo candidarsi alla guida di Riva del Po grazie al bonus del terzo mandato eccezionalmente previsto in caso di fusioni.

I contigui Tresigallo e Formignana presentano invece la loro perfetta sintesi, anche toponomastica: Tresignana nel nome racchiude la bella città di fondazione che oggi si presenta come ‘Città Metafisica’ e del piccolo centro di Formignana, che fino al 1961 aveva accolto proprio Tresigallo come sua frazione. Nel cuore della provincia, il nuovo comune conterà circa 7165 abitanti e solo 42,5 km quadrati di estensione (densamente popolati). A traghettare i due ex Comuni alle prossime elezioni sarà la viceprefetto Adriana Sabato. In stand-by i due sindaci Laura Perelli e Andrea Brancaleoni, entrambi eletti nel 2016 al primo mandato e dunque possibili candidati alla guida di Tresignana.

La nascita dei due neo Comuni ridisegna inoltre l’Unione Terra e Fiumi, che accoglieva tutti e quattro gli ‘archiviati’ e comprenderà da quest’anno tre enti, Tresignana, Riva del Po e Copparo: un disegno amministrativo promosso dai cittadini alle urne, con pesi differenti ma comunque con la prevalenza dei Sì sia a Tresigallo (78%) che a Formignana (58%).

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi