Gio 20 Dic 2018 - 200 visite
Stampa

Spal Primavera, il cuore non basta: biancazzurri eliminati dalla Coppa Italia

A spuntarla è la Fiorentina, che si impone in casa per 3 a 1. Per gli estensi a segno Pessot

Foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale Settore Giovanile Spal

di Davide Soattin

Dopo le vittorie ai danni di Carpi e Sampdoria, sul terreno del Bozzi di Firenze, termina la corsa in Coppa Italia della Spal Primavera guidata da Marcello Cottafava, eliminata per mano dei padroni di casa della Fiorentina con il risultato finale di 3 a 1.

Nonostante ciò, la prova messa in campo da Nikolic e compagni è stata comunque al di sopra delle aspettative della vigilia, con i toscani che prima di ingranare la marcia e trovare il giusto assetto per rispondere colpo su colpo ai ferraresi hanno avuto filo da torcere, come dimostrato dalle battute iniziali della sfida.

In avvio di partita infatti, per nulla scoraggiati dalla caratura superiore dell’avversario, i biancazzurri partono meglio dei viola e si dimostrano più propositivi, andando a prendere alta la formazione di casa e creando potenziali occasioni da gol in serie, che illusoriamente passano per i piedi Esposito e poi per la testa di Katuma, prima che la Fiorentina aumenti i giri del proprio motore e al 24′ meritatamente passi in vantaggio con Beloko.

L’uno a zero crea più danni del previsto e di conseguenza disorienta la squadra di Cottafava, che accusa il colpo e fatica a ritrovare il bandolo della matassa, rendendosi protagonista di un generale momento di disordine tattico che produce terreno fertile e spiana la strada al raddoppio dei gigliati al 38′: Longo recupera una palla preziosa e serve Sottil di tacco, con quest’ultimo che è bravo a puntare e saltare Salvi e a freddare a tu per tu Fallani con un tiro secco che va sotto le gambe dell’ex di giornata, mandando la Viola a riposo con un importante margine di distacco dagli estensi.

A differenza del primo tempo però, scossi con tutta probabilità negli spogliatoi, i biancazzurri tornano in campo con più grinta e ferocia, e aprono la seconda frazione di gioco accorciando immediatamente le distanze al 47′ con Pessot, che è bravo ad inserirsi in mischia sugli sviluppi di un corner, alimentando così le speranze in casa Spal di poter fare lo sgambetto agli avversari e prolungare la sfida ai supplementari nei minuti che restano.

Nonostante ciò, il gol del difensore spallino non sortisce l’effetto atteso e desiderato. Anzi, risveglia nuovamente la tenacia e la caparbietà della Fiorentina, che dimostra un temperamento maggiore alle pressione e a più riprese va vicina al tris finale, accontentandosi di chiudere i conti e l’incontro solamente all’82’ con la doppietta di giornata dello svizzero Beloko, magistrale nel condurre un’azione personale che lo ha visto accentrarsi dalla sinistra e insaccare successivamente la sfera alle spalle dell’incolpevole guardiano ferrarese, per un 3 a 1 finale che elimina la Spal e consegna ai ragazzi di Bigica il pass per i quarti di finale della competizione.

Fiorentina-Spal 3-1 (2-0)

Fiorentina: Ghidotti, Ferrarini, Gillekens, Antzoulas, Pierozzi N., Beloko, Lakti, Sottil, Koffi (dal 69′ Nannelli), Hanuljak (dall’85’ Touré), Longo (dal 69′ Bocchio). All.: Bigica.

Spal: Fallani, Pessot, Farcas, Salvi, Esposito, Martina, Katuma (dal 46′ Cuellar), Aziz (dall’ 84′ Minaj), Chakir (dal 70′ Clement), Nikolic (dal 60′ Uzela), Spina (dall’84’ Tunjov). All.: Cottafava.

Arbitro: Sajmir Kumara di Verona.

Marcatori: 24′ e 82′ Beloko (F), 38′ Sottil (F), 47′ Pessot (S).

 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi