Mar 18 Dic 2018 - 225 visite
Stampa

Bocce. La Ferrarese fa poker di eventi

La società estense organizza quattro iniziative in 10 giorni: scuole, attività giovanile, paralimpica e nazionale senior

Nella foto la squadra juniores dell’asd Bocciofila La Ferrarese

La manifestazione finale scolastica, con i quasi 100 alunni partecipanti delle classi prime della scuola media Tasso di Ferrara, ha aperto la lunga serie di iniziative sportive ospitate dalla bocciofila La Ferrarese di viale Orlando Furioso.

Coordinati dal tutor Andrea Mazzoni e dagli istruttori Fib,venerdì scorso gli studenti hanno dato vita ad una mattinata di giochi a tema sui fondamentali della specialità raffa. Si tratta del momento finale del progetto “Bocciando si impara”, portato avanti con tutto l’istituto comprensivo Govoni, anche grazie alla collaborazione degli insegnanti e della professoressa Daniela Pignocchi. Al termine delle sfide ha trionfato la classe I D, sia a livello di punteggio generale, sia con il gruppo 3 che si è aggiudicato la sfida delle staffette. L’Istituto Govoni, dopo i successi passati tra cui la vittoria allo Junior Day di Matera, conferma così la partnership con la Federbocce, che offre gratuitamente percorsi di avviamento allo sport per studenti fino ai 14 anni in orario extracurricolare: sono già 25 i bambini che hanno aderito al progetto “Ferrara bocce – tutti in gioco”, promosso dalla società per aderire al programma Fratelli di Sport. Il progetto, forte della collaborazione di una fitta rete di realtà del terzo settore e patrocinato dal comune di Ferrara, offre la possibilità a bambini e bambine, con particolare attenzione a quelli con background migratorio e difficoltà socio-economiche di ogni nazionalità, di praticare gratuitamente attività sportiva nel bocciodromo comunale con tecnici preparati e laureati in scienze motorie. Gli appuntamenti riprenderanno dopo le festività natalizie con allenamenti il lunedì dalle 17 alle 18 per i ragazzi dagli 11 ai 14 anni, e il mercoledì dalle 17 alle 18 per i bambini fino ai 10 anni.

Giovedì ci sarà il gran finale del progetto “…e io gioco a bocce”, dove scenderanno in campo 20 atleti, di cui 10 tesserati Fib-Cip con disabilità intellettivo/relazionale e 10 juniores. In una gara con formula inclusiva ed integrata, le coppie formate da uno junior e da un atleta CIP, daranno vita a due gare di bocce con regolamenti adattati. Alle 18.15 sarà premiato anche Franco Cristofori, ex presidente del Comitato e fondatore dell’iniziativa esattamente 10 anni fa.

Sabato scenderanno in campo 16 coppie nel circuito regionale “Bocce Speciali”, iniziativa promossa da Fib e Csi per l’avviamento all’attività sportiva di atleti con disabilità intellettivo/relazionale. Nella gara, diretta dal responsabile del percorso, Visentin di Piacenza, si sfideranno atleti di Ferrara, Modena, Reggio Emilia e Piacenza.Domenica sarà invece il momento del 16° G.P. Città di Ferrara, gara nazionale con 96 individualisti di A e 96 di B, che dalle 9 del mattino, fino alle 17.30 circa, daranno vita ad una combattutissima gara dal livello tecnico elevatissimo. L’evento sarà diretto dall’arbitro nazionale Sartori di Verona.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi