Dom 9 Dic 2018 - 915 visite
Stampa

Voci univoche sul pareggio di Genova: “Due punti persi”

Semplici: "Sono soddisfatto per la prestazione ma per il risultato assolutamente no. Sono arrabbiato, partite del genere le devi vincere"

di Simone Pesci

Due punti persi o un punto guadagnato al Ferraris dopo l’1-1 col Genoa? Un po’ uno e l’altro, come ammette Simone Colombarini a caldo: “Prima della partita saremmo stati contenti di un pareggio, poi per come si erano messe le cose era lecito aspettarsi tre punti. Ci abbiamo provato soprattutto nel primo tempo, abbiamo preso gol dopo una serie di errori nella stessa azione che ha consentito al Genoa di raggiungerci nel momento in cui eravamo in controllo. Peccato, i tre punti sarebbero stati alla portata”.

Nella seconda frazione, con la squadra di Prandelli in 10 per il rosso a Criscito, ci si attendeva qualcosa di più in termini di aggressività, e questo Colombarini jr. non lo nega: “Affronteremo le prossime partite con la stessa grinta che abbiamo messo nel primo tempo. Nei primi 45’ abbiamo creato tante occasioni, dopo essere andati in vantaggio abbiamo creato i presupposti per raddoppiare ma purtroppo non ci siamo riusciti e abbiamo fatto pareggiare il Genoa”.

La graduatoria dice che i biancazzurri salgono a quota 15, e guadagnano 1 punto sul Bologna fermo a 11 dopo la sconfitta di Empoli. Ancora presto, però, per fare bilanci: “Ovvio – ammette Simone Colombarini – che si dà uno sguardo alla classifica, ma è un errore. Oggi dobbiamo guardare solo a noi stessi”.

Francesco Colombarini la pensa esattamente come il figlio: “Per come si era messa sono due punti persi. Nel secondo tempo abbiamo avuto meno occasioni che nel primo, è mancata la determinazione, lo scatto in area e poi l’ultimo colpo di testa di Floccari”. Classifica? Colombarini la prende con una battuta: “La vedremo nel girone di ritorno, ma se riusciremo a mantenere la media di un punto a partita va bene”.

Non usa mezzi termini, invece, mister Leonardo Semplici, che pur mantenendo il suo consueto aplomb si dice “soddisfatto per la prestazione ma per il risultato assolutamente no. Sono arrabbiato, partite del genere le devi vincere e non devi dare la possibilità agli altri di farti del male”.

Questa la lettura del tecnico: “Potevamo rischiare solo in contropiede o su palla inattiva. Dopo essere andati in vantaggio abbiamo concesso il gol e non deve accadere a una squadra come la nostra, che in quel momento aveva la superiorità del gioco e avevamo creato i presupposti per chiuderla”. Bisogna guardare avanti, certo, ma “oggi dispiace perchè i tre punti potevano essere nostri” spiega Semplici, che confida come, sul rigore, la sua squadre deve imparare ad “essere più scaltra perchè qualche volta si può buttare la palla in tribuna”.

“Nel primo tempo abbiamo interpretato molto bene la gara e abbiamo sotto il Genoa facendo quello che ci aveva chiesto il mister” dice Andrea Petagna. Nonostante tutto “era importante fare qualche punto e muovere la classifica, domenica ci aspetta una partita fondamentale”. Per il gol del momentaneo vantaggio Petagna fa una dedica speciale: “Lo dedico alle vittime della tragedia di Corinaldo, al concerto del mio amico Sfera Ebbasta. Gli faccio un in bocca al lupo, è una cosa orribile che spero non capiti più”. Per restare in tema, il 37 ha segnato il suo quinto gol stagionale, battendo lo score della passata stagione: “Potevo farne qualcuno in più, so che posso fare di più”.

Alfred Gomis nel secondo tempo ha calato una parata sontuosa su Kouame che ha segnato in maniera forse decisiva l’esito della gara: “Sono tra virgolette contento per avere contribuito al pareggio. Ma c’è rammarico perchè queste sono partite da portare a casa”. Gomis spegne anche le polemiche sul rigore assegnato al Genoa: “Non l’ho rivisto, ma se c’è stato un errore è perchè l’arbitro è umano. Più che altro avremmo dovuto sfruttare meglio le occasioni del primo tempo”. 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi