mer 5 Dic 2018 - 117 visite
Stampa

Il Moma di New York celebra Ugo Tognazzi e Bernardo Bertolucci

Dal 5 al 30 dicembre si terrà al Moma di New York un omaggio ad Ugo Tognazzi alla presenza della figlia-regista-autrice Maria Sole Tognazzi.

La sera del 5 dicembre, al Museum of Modern Art di New York, si terrà la tradizionale retrospettiva che Istituto Luce Cinecittà dedica ogni anno ad una grande personalità del cinema italiano, aperta da “La tragedia di un uomo ridicolo” – mèta-omaggio per Bernardo Bertolucci, recentemente scomparso, la cui interpretazione valse a Tognazzi il Premio per la Migliore Interpretazione Maschile al Festival di Cannes del 1981.

Ugo Tognazzi, grande attore, ma anche regista e sceneggiatore, insieme con Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Alberto Sordi e Nino Manfredi, costituì un quintetto di interpreti irripetibili, testimoni unici dell’epoca d’oro del cinema italiano.

La scelta de “La tragedia di un uomo ridicolo” che, per l’appunto, inaugurerà la rassegna, vuole ricordare anche Bernardo Bertolucci, scomparso il 26 novembre scorso e al quale fu dedicata la retrospettiva al Moma del 2010/2011, un’altra collaborazione Moma/Luce Cinecittà, alla presenza di tanti colleghi e amici del mondo della cultura newyorkese e non solo.

Dopo Pier Paolo Pasolini, Michelangelo Antonioni, Roberto Rossellini, Giuseppe De Santis, Antonio Pietrangeli, Marco Bellocchio, Ferzan Ozpetek, Paolo Virzì, la retrospettiva “Ugo Tognazzi: Tragedies of a Ridiculous Man”, organizzata da Camilla Cormanni e Paola Ruggiero per Istituto Luce Cinecittà, insieme a Josh Siegel, curatore del Department of Film del Moma, si svolgerà dal 5 al 30 dicembre e ripercorrerà la carriera del grande attore attraverso 25 interpretazioni memorabili (tra le quasi 150 realizzate nel corso della sua vita), dirette da Pupi Avati, Marco Ferreri, Pietro Germi, Alberto Lattuada, Carlo Lizzani, Mario Monicelli, Pier Paolo Pasolini, Dino Risi, Antonio Pietrangeli, Elio Petri, Ettore Scola, Luigi Zampa.

Il 5 dicembre, giorno dell’inaugurazione al Museum of Modern Art di New York, sarà presente la figlia Maria Sole Tognazzi che rimarrà a New York a rappresentare tutta la famiglia (la mamma Franca Bettoja, i fratelli Ricky Tognazzi e Gianmarco Tognazzi e Thomas Robsham), presenziando ai vari appuntamenti organizzati per celebrare la figura del padre.

Tra gli eventi in programma, la proiezione, anch’essa il 5 dicembre, del documentario da lei diretto “Ritratto di mio Padre” e la presentazione del volume grafico “Ugo Tognazzi: storia, stile e segreti di un grande attore”, edito da Istituto Luce Cinecittà e da Edizioni Sabinae di Roma, curato da Mario Sesti, con illustrazioni originali di Luisa Mazzone.

“È un momento triste per il cinema di tutto il mondo – commenta Roberto Cicutto, presidente e Ad di Istituto Luce Cinecittà – Tognazzi e Bertolucci, in modi diversissimi, hanno saputo rappresentare i mille volti dell’Italia, spesso anticipandone i mutamenti. Gli aspetti ironici, graffianti, spiritosi di Tognazzi e quelli lirici, sognanti, stilisticamente perfetti di Bertolucci hanno regalato al mondo capolavori e premi per il nostro cinema. È una pura coincidenza che il film di Bertolucci, che ha visto collaborare tanti talenti: Ennio Morricone per le musiche, Carlo Di Palma per la fotografia, e l’interpretazione che valse a Ugo Tognazzi il più grande riconoscimento del Festival di Cannes, sia stato scelto per inaugurare la rassegna proprio al Moma, che li vede entrambi protagonisti a distanza di pochi anni. Li ricorderemo entrambi insieme ai loro amici e familiari, con affetto”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi