Mer 7 Nov 2018 - 296 visite
Stampa

Kleb. Ecco Liberati: “Appena arrivata la chiamata non ho esitato un secondo”

Il play/guardia classe 1992, proveniente dalla Bakery Piacenza sostituirà l'infortunato Zampini per il resto della stagione

Davide Liberati e Alessandro Pasi

Davide Liberati e Alessandro Pasi

di Matteo Bellinazzi

Sarà Davide Liberati a sostituire l’infortunato Federico Zampini per il resto della stagione. Il play/guardia classe 1992, proveniente dalla Bakery Piacenza, è stato presentato mercoledì.

Il suo arrivo è stato fortemente voluta da coach Andrea Bonacina che ha richiesto un rinforzo in cabina di regia. Alessandro Pasi ha provveduto ad accontentare le richieste del coach e in tempi brevi è riuscito a concludere l’accordo che ha portato Liberati in biancoazzurro.

“Sono molto contento della buona riuscita dell’affare, Davide rispettava il profilo atletico che cercavamo e tra le disponibilità del mercato era la nostra primissima scelta”, afferma il ds estense.

“Sono felice di essere a Ferrara, appena è arrivata la chiamata del Kleb non ho esitato un secondo”, dichiara Liberati nelle sue prime parole da biancoazzurro. “A Piacenza con l’arrivo di Voskuil il mio spazio si era drasticamente ridotto, qui ho l’opportunità di misurarmi con l’A2, cosa che alla Bakery mi è stata tolta. Ho tanta voglia di riscatto”. Il neo-acquisto ferrarese avrà già domenica l’occasione di scendere in campo e dimostrare le sue qualità. Appena arrivato ha trovato un gruppo compatto anch’esso con voglia di rivincita dopo la sconfitta a Imola, che si prepara ad andare a Jesi con la volontà di centrare i due punti: “Posso ricoprire lo spot di play e guardia, mi reputo un giocatore molto energico, in difesa soprattutto, mentre in attacco posso far giocare i pick&roll e prendermi dei tiri aperti – spiega Liberati -. A Jesi non tralascerò niente in difesa, affronteremo al 100% il match di domenica, a livello fisico e mentale, pronti a strappare due fondamentali punti fuori casa. Il gruppo? È giovane, molto solido, ai giocatori esperti non si può dire niente, siamo pronti a fare buone cose”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi