Mar 6 Nov 2018 - 755 visite
Stampa

Parità dei sessi nello sport, Ferrara crede nel linguaggio di genere

Convegno organizzato da Unife e Uisp. Merli: "Avremo l'opportunità di fare un quadro generale dello sport femminile nel nostro territorio"

di Davide Soattin

In un’Italia in cui fa più scalpore e muove maggiormente l’opinione pubblica la notizia del recente coming out della pallavolista Paola Egonu, rispetto agli straordinari risultati raggiunti proprio dalla nazionale femminile negli ultimi campionati mondiali di volley in Giappone, forse è lecito domandarsi se gli organi di stampa donano la stessa dose di attenzione, con cui vengono affrontate le vicissitudini sportive maschili, agli importanti traguardi raggiunti dalle atlete italiane negli ultimi anni.

Un quesito che verrà affrontato e dibattuto nella giornata di sabato 10 novembre, dalle 9 alle 13.30, presso l’aula magna del Dipartimento di Giurisprudenza di corso Ercole I d’Este, con il seminario ‘Linguaggio di genere tra sport e diritti alla pratica’ organizzato dagli Organi di parità dell’Università di Ferrara, in collaborazione con Uisp-Emilia Romagna e il patrocinio del Comune di Ferrara e del Coni.

Partendo dalle raccomandazioni della Carta Europea dei Diritti delle Donne nello sport e dall’ascolto di alcune testimonianze ed esperienze del territorio, l’incontro tenterà di dare voce e nome a questo mondo sommerso ma in proficuo fermento, nella speranza di aprire una riflessione che contribuisca al superamento delle differenze di genere nel campo sportivo.

“Nel corso del convegno – ha affermato l’assessore allo Sport Simone Merli – avremo l’opportunità di fare un quadro generale dello sport declinato al femminile nel nostro territorio, mettendo in luce aspetti positivi, opportunità e criticità. Sono contento che due importanti istituzioni come Unife e Uisp ci vogliano coinvolgere e ospitare e per questo motivo cercheremo di dare alla platea elementi conoscitivi circa persone, spazi ed investimenti fatti in questi ultimi quattro anni e di quelli che andremo a fare prossimamente”.

A fare gli onori di casa infatti, per un ciclo di incontri che sarà aperto alla cittadinanza, toccherà proprio all’ateneo ferrarese che, attraverso le parole della delegata alle Pari Opportunità e Disabilità Maria Gabriella Marchetti, ha di fatto spalancato le porte all’iniziativa, sottolineando le particolarità di un impegno fondamentale: “Il linguaggio di genere è da diversi anni un tema molto sentito dall’Università. E’ un principio che può essere traslato in mondi importanti, come quello dello sport. Un uso corretto e costante del linguaggio può essere motivo per contrastare e superare pregiudizi sostanziali”.

Di seguito il programma della mattinata:

ore 9 – apertura e saluti autorità Maria Gabriella Marchetti, delegata alle Pari Opportunità – Università di Ferrara
Moderatore: Francesco Morelli, docente di Procedura penale – Università di Ferrara

ore 9.15 – La Carta europea dei Diritti delle donne nello sport: Manuela Claysset, responsabile Politiche di Genere e Diritti – Uisp

ore 9.45 – La pratica sportiva nel nostro territorio: Simone Merli, assessore allo Sport – Comune di Ferrara

ore 10.15 – Lo sport delle donne e i media: quale linguaggio?: Mara Cinquepalmi, giornalista e segretaria nazionale Associazione Giulia Giornaliste

ore 10.45 – Unife e il Linguaggio di genere: Laura Bafile, docente di Linguistica – Università di Ferrara

ore 11.00 – Dare nome alle atlete: Giuliana Giusti, docente di Linguistica e Glottologia – Università Ca’ Foscari

ore 11.30 – Donne di Sport: tra storie ed esperienze del territorio llaria Corli e Marina Zanardi intervistate da Alessandro Sovrani

ore 12.30 – Conclusioni: Marcella Zappaterra, consigliera Regionale Emilia-Romagna

ore 13.00 – Saluti finali: Federica Danesi, Presidente Cug – Università di Ferrara

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi