Mar 6 Nov 2018 - 118 visite
Stampa

La rassegna Teatro ragazzi torna con il Nabucco di Giuseppe Verdi

Mercoledì 7 novembre al teatro comunale Abbado l'esperienza di incontro con l’opera lirica

Sarà il Nabucco di Giuseppe Verdi a rinnovare quest’anno la tradizionale esperienza di incontro con l’opera lirica che ormai da diversi anni la rassegna “Teatro ragazzi”, organizzata dal teatro comunale Abbado, riserva agli spettatori più giovani.

E ancora una volta è l’associazione Culturale OperiAmo di Ferrara col progetto “Oggi io faccio l’Opera” a curare l’allestimento proponendo uno spettacolo che, oltre a rivolgersi al pubblico delle scuole primarie e secondarie del territorio, trova un importante valore aggiunto nel coinvolgimento diretto nell’opera, principalmente in veste di coristi, di numerosi bambini selezionati tra le scuole primarie e secondarie ferraresi Alda Costa, Sant’Antonio e San Vincenzo, con la collaborazione dell’Istituto professionale Ial di Ferrara per il trucco e parrucco degli artisti.

“Proporre un’opera lirica ai bambini, di prim’acchito, potrebbe apparire come una scelta pretenziosa e di difficile approccio-spiega la Osti- “ma in verità è proprio in questo modo che da sempre nasce la passione per quest’arte, i maggiori cultori ed esperti di musica lirica spesso riconducono l’inizio del proprio percorso all’esperienza infantile della visione di una qualche, memorabile, opera”.

Nabucco, con i suoi costumi, il sapore epico dei suoi snodi narrativi e il suo straordinario ed emozionte impianto corale, è senz’altro un’opera che si presta in modo particolare a stimolare la naturale recettività dei bambini. “In linea con l’esperienza maturata in questo campo”- prosegue la Osti- “ho ritenuto di proporre una selezione delle arie e dei cori più celebri dell’opera alternandoli a momenti di narrazione verbale, questo per favorire una maggior comprensione da parte dei ragazzi del libretto e dei suoi profondi e attualissimi significati, quale in primis l’affermazione dell’intangibilità della libertà individuale e
collettiva, senza con ciò privarli dell’intensità dell’impatto emozionale delle musiche del Maestro”.

E sarà proprio il maestro Giuseppe Verdi, forte della sua immortalità, ad “apparire” in via del tutto eccezionale ai piccoli spettatori per renderli partecipi dell’importanza che ebbe, e che ha a tutt’oggi, la sua produzione per l’Italia e per il mondo intero.

Un lavoro che, per quanto riguarda in particolare proprio il Nabucco, vide la partecipazione di un illustre ferrrarese, ossia Temistocle Solera, autore di un libretto che inizialmente venne considerato di “terza mano” ma che messo nelle mani di Giuseppe Verdi rivelò potenzialità strepitose trasmutando in una delle opere liriche più rappresentate al mondo.

Sul palco si esibiranno Dae Bum Lee nel ruolo del titolo, Erika Peder già applaudita nel ruolo di Abigaille durante Nabucco estivo ferrarese, Ilaria Verzucoli sarà Fenena e Antonio Cervato il conteso Ismaele. I cantanti saranno affiancati dalla stessa Maria Cristina Osti, nel ruolo di voce narrante, e dall’attore Paolo Garbini impegnato nel ruolo di Giuseppe Verdi.

I due collaborano anche nella gestione del corso di propedeutica teatrale “Prima del sipario” attualmente in corso di svolgimento presso la neonata Casa della musica e delle Arti di Vigarano Pieve.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi