lun 1 Ott 2018 - 934 visite
Stampa

Fornasini nuovo coordinatore di Forza Italia: “Ora uniti per mandare a casa la sinistra“

Vertici rinnovati in regione e provincia. Prende il posto di Peruffo che nota l'annuncio con “comunicazione diffusa attraverso i media”

Matteo Fornasini

Il cambio al ‘vertice’ regionale comporta anche un cambio in provincia per Forza Italia: Matteo Fornasini prenderà il posto di Paola Peruffo nelle vesti di coordinatore provinciale del partito.

L’annuncio lo ha  dato il deputato Galeazzo Bignami, nominato da Silvio Berlusconi nuovo coordinatore regionale dopo le dimissioni di Elio Massimo Palmizio, in un’intervista a Il Resto del Carlino, in cui ha affermato di voler proporre Fornasini alla guida di Ferrara.

“Ringrazio l’amico Galeazzo Bignami e la Senatrice Anna Maria Bernini per la stima e la fiducia che mi hanno dimostrato – afferma il diretto interessato -. Ora dobbiamo rimboccarci le maniche e impegnarci ancora di più e tutti insieme uniti per dare una alternativa di sviluppo e di rilancio alla nostra città e alla nostra provincia e per mandare a casa la sinistra”.

Forza Italia a Ferrara sembra così passare a una linea più di destra e dura rispetto al più morbido liberalismo centrista di Peruffo, che più volte, soprattutto in tema di diritti civili, si è trovata d’accordo con la maggioranza in Consiglio comunale.

Prende tutto con fair-play Paola Peruffo, anche nei suoi ringraziamenti pubblici sembra scorgersi un po’ di amarezza per l’avvicendamento avvenuto con una “comunicazione diffusa attraverso i media”. “Tranquillizzo tutti quelli che mi hanno contattato: il mio impegno proseguire a prescindere dall’incarico di coordinatrice, sia dentro a consiglio e commissioni comunali che nel sociale, così come ho sempre fatto”.

“In molti si lamentano della mancanza di congressi all’interno di Forza Italia – afferma l’ormai ex coordinatrice -. Anche io, a suo tempo, sono stata beneficiaria di nomina, ma ho sempre affermato la necessità di congressi a tutti i livelli (comunale, provinciale, regionale e nazionale), così come di ascolto e coinvolgimento della base. Spero quindi che questa fase congressuale possa iniziare il primo possibile. Perché ritengo prioritario proseguire l’impegno all’interno del nostro movimento? Perché personalmente rimango ancorata ai principi liberali che ancora permangono all’interno di questo partito. Forza Italia ha un ruolo ben preciso all’interno del centro destra, ma è bene chiarire in maniera ferma, che Forza Italia non è la Lega e non è un partito contiguo all’ex Dc. Una valutazione di coerenza interna, nei confronti dei cittadini che credono in questi valori, con implicazioni anche pratiche, dal momento che gli elettori voteranno sempre l’originale piuttosto che una qualsiasi copia”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi