gio 27 Set 2018 - 939 visite
Stampa

Tutti insieme per la cura della città con ‘Ferrara Mia’

Iniziativa in programma sabato 29 settembre ed organizzata dall'amministrazione comunale con Legambiente. Tagliani. "La bellezza di una città non si compra"

di Davide Soattin

Armati di pennelli, vernici, rastrelli, guanti e sacchi con accessori vari per la pulizia, nella giornata di sabato 29 settembre dalle 9 alle 13, saranno quasi quattrocento i volontari, tra scuole, associazioni, gruppo informali e non e cittadini singoli, che prenderanno parte all’evento “Ferrara mia, insieme per la cura della città”: la manifestazione che si affiancherà alla ventiseiesima edizione della campagna storica di Legambiente ‘Puliamo il mondo’.

“Quella di dopodomani (sabato, ndr) sarà un’iniziativa che vuole cercare di coinvolgere tutta la città in un’operazione di recupero e pulizia delle bellezze che ci offre la nostra Ferrara – ha sottolineato il sindaco Tagliani -, con l’intento di costituire una sorta di cittadinanza attiva che possa mettere a nuovo gli spazi attorno a noi. La bellezza della città è un bene che non si compra, ma è grazie alla collaborazione e alla consapevolezza diffusa dei cittadini che sarà possibile rendere casa nostra sempre più bella e pulita”.

Una manifestazione quella organizzata insieme a Legambiente che, realizzata in collaborazione con Hera e coordinata dal Comune di Ferrara con Centro Idea ed Urban Center, vedrà interessate quasi trenta aree della città, sia fuori che dentro le mura, con interventi diffusi che andranno da Pontelagoscuro a Mizzana, passando poi per via Barlaam e Pontegradella, come illustrato dall’assessore all’Ambiente Ferri.

“Le adesioni sono andate oltre ogni aspettativa, con numerosi attori sociali che hanno deciso di prendere parte ad una grandissima iniziativa di attivazione cittadina – ha spiegato la rappresentante dell’amministrazione comunale -, al fine di perseguire obiettivi principali come curare il verde, riverniciare panchine, tinteggiare muri e ripulire le sponde dei corsi d’acqua del territorio, soprattutto del canale Boicelli e, per il successo ed il boom di partecipazioni che abbiamo ricevuto, ci piacerebbe programmare una seconda edizione, magari già in primavera”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi