Gio 27 Set 2018 - 345 visite
Stampa

Pontegradella e la mobilità sostenibile

Siamo un gruppo di cittadine e cittadini di Pontegradella che utilizzano una parte del loro tempo libero per cercare di migliorare il luogo dove abitano sia dal punto ambientale che da quello delle relazioni di comunità.

Per questo, quando abbiamo saputo della settimana della mobilità, organizzata dal Comune di Ferrara nel periodo fra il 17 ed il 21 settembre 2018, siamo state/i contente/i delle due iniziative che riguardano il nostro territorio: il prolungamento del 9 fino a Pontegradella fra le 8.30 e le 16.30, affidata a di T>PER e la sperimentazione della nuova linea 26 da via San Maurelio a Baura, che prevede una fermata anche a Pontetravagli, cioè sulla via Copparo all’incrocio con la via Pioppa, affidata a La Valle.

Siamo saliti sul 26, abbiamo parlato con l’autista ed i viaggiatori ; il primo ci ha informato che soprattutto lunedì sul nuovo bus hanno viaggiato in diverse corse almeno 10 persone, e i viaggiatori che stavano utilizzando il 26 insieme a noi ( in prevalenza signore anziane e mamme con bambini) hanno confermato il gradimento del nuovo servizio.

In una realtà stradale popolata soprattutto da auto private spesso occupate da una sola persona, siamo convinti che un’offerta di servizi di trasporto efficienti e attenti alle esigenze della popolazione, soprattutto di quelle fasce più deboli e meno rappresentate sul social, migliorerebbe non solo le condizioni di vita degli anziani che abbiamo incontrato in prevalenza sugli autobus, ma invoglierebbe anche altre fasce ad utilizzare più frequentemente i trasporti pubblici, come in moltissime città del nord Europa, in cui trasporti urbani efficienti hanno ridotto l’uso delle auto private, con enormi effetti positivi sull’inquinamento e sul risparmio energetico.

Per queste ragioni siamo rimaste/i molto delusi quando abbiamo saputo, lunedì 24 settembre, che erano state cancellate sia le corse aggiuntive fino a Pontegradella del 9, sia la linea sperimentale 26 da Via San Maurelio a Boara e ci chiediamo quali possono essere le logiche per queste cancellazioni che sembravano aprire nuove prospettive di incentivazione del bene comune fornito dal servizio pubblico.

E sempre a proposito della mobilità sostenibile e serena: tre anni fa abbiamo individuato alcuni luoghi del paese , particolarmente pericolosi, e li abbiamo segnalati all’assessorato del Comune di Ferrara, il comune è intervenuto in tre di questi 12 luoghi, ma non ha ancora provveduto a rendere più sicuri gli altri 9, fra cui l’attraversamento, ancora senza segnalatori e rallentatori, di via Pontegradella nel tratto verso Baura in corrispondenza con via Droghetti e col campo sportivo, ed il tratto di via Pontegradella verso Ferrara fra i civici 233 e 171, privo di illuminazione e di marciapiede , come ben sanno i residenti spesso sfiorati od urtati dai veicoli.

Proprio per il prossimo 29 settembre, in occasione di ..Ferrara mia-puliamo il mondo, abbiamo organizzato una camminata “sinergica” a cui invitiamo i pontegradellesi, per coniugare attenzione per l’ambiente (puliamo le strade, raccogliamo i rifiuti abbandonati..) alla mobilità (camminiamo anche per strada..), alla comunità (tutela dell’aiuola nel parco di via Panciato).

Il gruppo di PONTEGRADELLA IN TRANSIZIONE

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi