mer 19 Set 2018 - 161 visite
Stampa

Scortichino scelto come tappa di ‘Tramonto diVino 2018’

L'evento sarà in programma il 22 settembre presso il campo sportivo. Tante le eccellenze regionali da gustare

Scortichino. Le aspettative degli organizzatori di “Tramonto DiVino 2018” derivano dall’avere messo a punto una vasta offerta gastronomica ricca di prodotti e preparazioni, abbinata ad una sorprendente gamma di vini autoctoni regionali. “Prodotti a denominazione d’origine e tradizionali conosciuti in tutto il mondo – precisa il vicesindaco Simone Saletti, che ha voluto il patrocinio dell’evento – che costituiscono la vera attrattiva dell’evento: la motivazione per un vero, seppur breve, viaggio che ogni amante della buona cucina e del buon vino può intraprendere. Tutto questo si sposa perfettamente con l’idea che abbiamo di un turismo sostenibile, basato sulle nostre eccellenze, le nostre tradizioni e il gusto”.
L’evento, che si svolgerà all’interno delle strutture del campo sportivo di Scortichino, a partire dalle 19.00 del 22 settembre, è una delle nove tappe del calendario itinerante di Tramonto diVino, che l’assessorato regionale all’Agricoltura allestisce da molti anni da Piacenza a Rimini. Un viaggio tra banchi assaggio articolati in un vero e proprio percorso gastronomico, curato e gestito da operatori volontari e preparati.
Parmigiano reggiano, prosciutto di Parma e di Modena, aceto balsamico tradizionale di Modena e di Reggio Emilia, piadina romagnola, squacquerone di Romagna, pancetta, salame e coppa piacentini, mortadella di Bologna, cacciatorino, salame rosa, aglio di Voghiera, olio di Brisighella, culatello di Zibello, patata di Bologna, salama da sugo, zia ferrarese, riso del Delta del Po, messi a disposizione dai rispettivi Consorzi e da aziende private, saranno i protagonisti del percorso. Percorso che si completerà con le vongole e le sarde dell’Adriatico cucinate sul momento, rispettivamente dalla Pro Loco e consorzio pescatori di Goro e dall’associazione pescatori di Cesenatico.
Le produzioni Dop, Igp e Tradizionali (Pat) non saranno le sole protagoniste. Insieme a loro, infatti, si degusteranno  interessanti preparazioni gastronomiche curate dagli allievi della Scuola Alberghiera Ial di Ferrara. Inoltre ci saranno le frittelle di Bini e i prodotti offerti dai fornai del paese. I tartufai dell’associazione ‘Al Ramiol’, invece, offriranno un piccolo assaggio di tartufo locale. Infine, i gelati della Gelateria Dolcemente insieme ad altre dolcezze chiuderanno la parte Food. Dal canto loro, i Sommelier dell’Ais serviranno i vini, molti dei quali selezionati per la guida Emilia-Romagna da bere e da mangiare, consigliando gli abbinamenti più corretti ma anche interessanti ‘tradimenti’.
Il Comune di Bondeno, che patrocina l’evento insieme alla Regione, alla Camera di Commercio di Ferrara e al Comune di Finale Emilia, si farà carico della parte logistica per assicurare lo svolgimento della manifestazione anche in caso di maltempo. Il ricavato della manifestazione, nata per sostenere l’attività di ricostruzione post sisma, sarà destinato ad interventi che l’organizzazione definirà, in accordo con le istituzioni locali e la comunità. Per informazioni: 328 3013335 – 348 4204453
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi