dom 16 Set 2018 - 273 visite
Stampa

Romanini controbatte al Pd: “Solo polemiche sterili e noiose”

Il sindaco di Lagosanto replica agli ex compagni di partito: "Masiero e soci sono già in campagna elettorale con esternazioni poco lungimiranti"

di Giuseppe Malatesta

Lagosanto. “Noto che il Pd piuttosto che dimostrare umiltà e ricucire i rapporti con la comunità non fa altro che allargare sempre più i fossati. Che lungimiranza!”. Non si fa attendere la replica del sindaco laghese Maria Teresa Romanini, tirata in ballo in modo critico dal circolo locale del suo ex partito, che sulla stampa le faceva notare le sue mancanze amministrative più recenti.

Critiche che ormai annoiano Romanini: “Che noia, il segretario Manuel Masiero e i suoi quattro amici al bar tornano su una questione già affrontata poco tempo fa, quando si criticarono i dipendenti comunali di non lavorare per la comunità”. Chiarendo “per l’ennesima volta” come i ritardi nei lavori di ristrutturazione della scuola di via Roma siano da imputare alla presenza in organico di un unico responsabile tecnico – affiancato ultimamente da un architetto assunto di recente “che ha riservato precedenza alla sistemazione delle scuole” – Romanini rimarca a più riprese la distanza dai suoi ex compagni di partito.

“A quanto pare hanno aperto con largo anticipo la campagna elettorale, con esternazioni che dimostrano poca lungimiranza politica. Avevo ragione – continua il sindaco – ad affermare che la polemica sui plessi scolastici era artificiosa e dettata unicamente dalla mia uscita dal Pd locale insieme ad altri iscritti”.

“Ancora una volta ricordo che ho voluto prendere le distanze dalla visione del partito su politiche sanitarie, scuola, enti locali, e soprattutto su lavoratori e stato sociale, temi avvertiti come un peso fastidioso. Visioni che evidentemente non piacciono a tanti, considerati gli ultimi risultati elettorali del Pd”.

“Oggi – conclude il sindaco – chi come me ha dissentito viene trattato con fastidio, non si fa autocritica né ci si rende conto che la politica del Pd nei confronti degli enti locali è stata spesso pesante. Siamo di fronte all’ennesima polemica sterile che si ritorcerà contro i veri responsabili di disagi, ritardi e disservizi: il Pd stesso”.

 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi