ven 14 Set 2018 - 221 visite
Stampa

Dai Comuni e CamCom 600 mila euro per imprese e startup

Presentato a Codigoro il nuovo bando provinciale, incentivi per crescita, sviluppo e assunzioni. Nove Comuni co-finanziano

di Giuseppe Malatesta

Codigoro. Sfiorano quota 600 mila euro i contributi messi a disposizione delle imprese provinciali dal nuovo bando multidisciplinare della Camera di Commercio di Ferrara. Il sostegno dei processi di crescita e della competitività di realtà aziendali già avviate o di start up in dirittura d’arrivo sono gli obiettivi dell’iniziativa presentata a Codigoro, uno dei nove Comuni co-finanziatori che integreranno i 400 mila euro stanziati dall’ente camerale a copertura provinciale.

Risorse suddivise su cinque misure su cui è strutturato il bando, di cui quattro riservate alle imprese già esistenti di qualsiasi dimensione – consolidamento, sviluppo, internazionalizzazione, assunzioni e partecipazione ai programmi Ue o ai bandi regionali Por e Sviluppo Rurale – e una agli aspiranti imprenditori entrati in attività da gennaio 2018 o che lo saranno entro il 30 giugno 2019.

“Nel caso di imprese esistenti – illustra Manuela Sarasini di CamCom – è ammessa una sola richiesta fino a tre misure cumulabili, mentre gli sturtapper potranno accedere solo alla soluzione a loro destinata”. Per quanto riguarda i requisiti di accesso, fondamentale che sede legale e unità locale operativa siano fissate in provincia.

Numerosissime le tipologie di intervento e le spese ammissibili per ciascun capitolo del bando: si va dagli impianti di videosorveglianza ai sistemi di certificazione, dall’affitto dei locali alle spese di pubblicità e formazione specialistica, e-commerce, piani di web marketing, con copertura fino al 40%, un investimento minimo di 1500 euro per ciascuna ‘misura’ e contributi massimi variabili dai 3 agli 8 mila euro. Concorrono al finanziamento le spese fatturate dal 17 luglio 2018 (o da inizio anno solo per le startup) al 30 giugno 2019.

Parametri diversi per le misure a sostegno dell’occupazione, con incentivi una tantum (3 mila euro) alle nuove assunzioni e alla trasformazione dei contratti a termine in rapporti a tempo indeterminato oppure all’assunzione di ricercatori e diplomati in master, fino a due soluzioni cumulabili. Previsto inoltre il sostegno in caso di inserimento di una figura manageriale a tempo.

I fondi comunali interverranno a finanziare le imprese localizzate nei rispettivi territori soltanto dopo l’esaurimento delle risorse della Camera di Commercio. In termini di risorse, la città capoluogo si mantiene in testa con 100 mila euro, seguono Copparo con 22 mila, Terre del Reno con 20 mila, Codigoro con 15 mila, Bondeno (10), Voghiera (8), Fiscaglia (7), Ro (5) e Berra (2,5).

Numeri che inorgogliscono l’assessore codigorese alle attività produttive Stefano Adami, che ricorda l’impegno del suo assessorato nel sostegno all’imprenditoria locale: “Credo che sia un’opportunità che ci si può lecitamente aspettare dai proprio amministratori. Nei mesi passati – ricorda Adami – abbiamo lavorato a lungo con le associazioni di categoria per favorire quelle micro/piccole imprese spesso escluse da queste misure (anche perché frenate dalla burocrazia opprimente), finanziando 25 aziende con un 45 mila euro e mettendo in circolo interventi per 150 mila euro. Oggi, ancora una volta grazie alla Camera di Commercio, possiamo dare a tutti un’altra chance”.

Le domande possono essere presentate esclusivamente via Pec dal 25 settembre al 18 gennaio 2019. Bando e modulistica sono disponibili sul sito della Camera di Commercio di Ferrara.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi