Mer 12 Set 2018 - 1611 visite
Stampa

Picchia l’ex moglie, fermato da un carabiniere fuori servizio

La vittima chiede aiuto al comandante della Stazione di Renazzo che interviene di notte per fermare la violenza. In manette un 50enne

Cento. Ha seguito l’ex moglie sotto casa mentre rincasava con il nuovo compagno e se l’è presa con entrambi: prima ha picchiato la donna con violenza, poi ha danneggiato l’auto dell’uomo. Un’aggressione fermata solo dall’arrivo del comandante della Stazione dei carabinieri di Renazzo che, chiamato direttamente dalla vittima, è intervenuto di corsa nonostante fosse notte e fosse fuori servizio.

È successo nella notte tra lunedì e martedì a Cento, dove verso mezzanotte i carabinieri della Stazione di Renazzo e del Norm di Cento hanno arrestato in flagranza dei reati di atti persecutori, lesioni personali e danneggiamento aggravato, V.E. 50enne originario della provincia di Trapani e residente a Cento, pregiudicato.

La violenza è scattata una ventina di minuti prima. Erano circa le 23.40 quando il 50enne ha raggiunto e aggredito l’ex moglie nei pressi della sua attuale abitazione mentre rincasava con il nuovo compagno, colpendola violentemente.

La vittima ha immediatamente dato l’allarme al maresciallo maggiore Salvatore Taurino che, essendo già a conoscenza dell’esistente travagliata vicenda giudiziaria della coppia, aveva dato alla donna il suo numero da contattare a qualsiasi ora del giorno e della notte in caso di bisogno, ovvero in caso venisse raggiunta dall’ex che già in passato aveva manifestato episodi di violenza.

Come avvenuto lunedì notte quando il maresciallo Taurino, libero dal servizio e in abiti borghesi, ha risposto alla chiamata di aiuto e ha raggiunto tempestivamente l’abitazione della vittima, coadiuvato da un’autoradio del Norm di Cento. Un intervento immediato che ha permesso di cogliere V.E. sul fatto mentre picchiava la ex moglie e danneggiava l’autovettura dell’attuale compagno.

Mentre il 50enne veniva arrestato, la donna si è recata al pronto soccorso dell’ospedale Santissima Annunziata per essere medicata dalle ferite inferte dall’ex marito violento che, nonostante la fine del loro matrimonio, continua a perseguitare la donna.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi