Lun 10 Set 2018 - 1969 visite
Stampa

Tenzone. Baraldi e Malagoli campioni d’Italia: “Dedicato a Filippo”

I gialloblù consegnano la coppa ai rivali di San Luca, contrada dove militava il bimbo morto lo scorso mese in un incidente

(foto di Alessandro Castaldi)

di Simone Pesci

Chiusa la Tenzone Aurea, che per tre giorni ha riempito di colori il centro storico di Ferrara, cala il sipario sulle celebrazioni del cinquantesimo anniversario della fondazione dell’Ente Palio. Un anno di successi, che il movimento cittadino termina con la vittoria del duo Baraldi-Malagoli nella specialità Coppia Tradizionale, che vale agli sbandieratori di San Giacomo il titolo di campioni d’Italia.

“Dedichiamo la vittoria al piccolo Filippo Partigiani” il commento a caldo della coppia tricolore, che si è resa protagonista di un gesto da veri campioni, consegnando la coppa agli storici rivali del Borgo San Luca, contrada della quale faceva parte Filippo, tragicamente scomparso in un incidente stradale il mese scorso. Il lungo applauso di sottofondo è stato, senza dubbio, uno dei momenti più emozionali di una Tenzone che ha riunito all’ombra dello scalone di Piazza Municipale 900 atleti, oltre a centinaia di appassionati.

Il Borgo San Luca, dopo la medaglia d’argento nella categoria Musici, conquista un bronzo anche nella specialità Piccola Squadra, nella quale ha trionfato la compagine dei Musici e Sbandieratori di Città Murata.

Mettendo a bilancio anche l’argento di Andrea Baraldi nel Singolo, i portacolori estensi chiudono la tre giorni con un bronzo, due argenti, e un oro che iscrive Baraldi e Malagoli nel registro di campioni d’Italia per l’anno 2018. In cima alla graduatoria della classifica combinata – in cui si assestano Santo Spirito quindicesimo, San Giovanni tredicesimo, Ente Palio Città di Ferrara sesto e Borgo San Luca quarto – ci sono i Musici e Sbandieratori di Città Murata, che conquistano il drappo della Tenzone Aurea, che con questa premiazione va definitivamente in archivio.

Non prima però dell’abbraccio figurativo che il presidente dell’Ente Palio Stefano Di Brindisi concede a “tutti gli atleti e i volontari che hanno portato a Ferrara energia e passione che hanno pervaso la città per tre giorni”.

Come detto, si chiude un lungo anno di Palio, nel senso più stretto delle gare ma non solo, perché come ricorda il sindaco Tiziano Tagliani “dopo la Tenzone, dopo le corse di maggio, il Palio va oltre la rievocazione ed è sempre un modo per ritrovarsi in contrada e per mettere vicine le generazioni che si tramandano i valori”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi