dom 9 Set 2018 - 85 visite
Stampa

Di Leoni e d’altro…

La 75a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia ha chiuso da pochi minuti i battenti.

Molte le controversie, i dubbi, le ambiguità, ma poi, come sempre il Cinema ha vinto e non è difficile da immaginare: quello di Venezia è un cine festival che ha radici le più antiche e quest’anno ha toccato i tre quarti di secolo.

Il mondo della Settima Arte è passato tutto da qui, più e più volte, contendendo il primato alle gloriose ‘amiche-nemiche’ Cannes e Berlino.

Nata nel 1932, ufficialmente, la Mostra ha scontato sospensioni o varie battute d’arresto per vari motivi, non ultimo il Sessantotto, ma come tutte le arabe fenici che si rispettino è sempre risorta dalle sue ceneri.

Ponderosa la scelta dei film di quest’anno, in concorso, tutti con la peculiarità della lunghezza, a volte davvero eccessiva, ma di livello, anche se la raffinatezza ed il valore di quelli dello scorso anno sembra aver superato di gran lunga tutte le ultime edizioni.

E la lunghezza un tantino eccessiva è stata cifra comune anche alle altre sezioni, pur dovendo riconoscerne l’alta qualità, spesso superiore al concorso.

La giuria del Concorso Ufficiale che constava di 21 pellicole, presieduta da Guillermo Del Toro e composta da Sylvia Chang, Trine Dyrholm, Nicole Garcia, Paolo Genovese, Malgorzata Szumowska, Taika Waititi, Christoph Waltz e Naomi Watts – ha assegnato i seguenti premi:

– LEONE D’ORO per il miglior film a: ROMA di Alfonso Cuaròn (Messico);

– GRAN PREMIO DELLA GIURIA a: THE FAVOURITE di Yorgos Lanthimos (Regno Unito, Irlanda, USA);

– LEONE D’ARGENTO per la migliore regia a: Jacques Audiard per il film THE SISTERS BROTHERS (Francia, Belgio, Romania, Spagna);


- COPPA VOLPI per la migliore attrice a: Olivia Colman per il film THE FAVOURITE di Yorgos Lanthimos (Regno Unito, Irlanda, USA);

– COPPA VOLPI per il miglior attore a: Willem Dafoe nel film AT ETERNITY’S GATE di Julian Schnabel (USA, Francia);


- PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a: Joel & Ethan Coen per il film THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS di Joel & Ethan Coen (USA);

– PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a: THE NIGHTINGALE di Jennifer Kent (Australia);

– PREMIO MARCELLO MASTROIANNI a un giovane attore emergente a: Baykali Ganambarr nel film THE NIGHTINGALE di Jennifer Kent (Australia)


- LEONE DEL FUTURO – PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA «LUIGI DE LAURENTIIS» a: YOM ADAATOU ZOULI (THE DAY I LOST MY SHADOW) di Soudade Kaadan (Repubblica Araba Siriana, Libano, Francia, Qatar) nonché un premio di 100.000 USD, messi a disposizione da Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis, che saranno suddivisi in parti uguali tra il regista e il produttore.
Per ulteriori informazioni, rispetto anche ai molti premi collaterali quest’anno aumentati di due unità, si può consultare il sito della Biennale.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi