Sab 1 Set 2018 - 3156 visite
Stampa

Lettera anonima di offese all’assessore Serra dopo l’articolo di Estense.com

Inqualificabile gesto di "molti commercianti" dopo l'appello a presentare progetti per ottenere contributi per manifestazioni nelle vie

Una lettera anonima trabordante di offese, che da quanto viene scritto arriva da “molti commercianti di Ferrara”, è stata ricevuta dall’assessore al Commercio Roberto Serra dopo l’articolo di estense.com nel quale lo stesso assessore sollecitava gli esercenti a presentare i progetti e le idee per poter erogare i contributi previsti per le manifestazioni delle vie commerciali della città.

Il riferimento all’articolo nella lettera è esplicito, ma non è affatto chiaro per quale motivo questi “commercianti” si siano indignati al punto da prendersela in maniera tanto violenta quanto di cattivo gusto verso l’amministratore, “reo” solamente di aver lanciato un appello-informazione per sollecitare la presentazione delle domande, nel timore di non vedere utilizzati i fondi a disposizione e doverli così destinare ad altri scopi.

Appello, dunque, tutto a favore degli esercenti delle vie commerciali della città, in particolare del centro cittadino, che per tutta risposta hanno “mandato a…” l’assessore Serra, dedicandogli un “coro” di indubbia e deprecabile volgarità.

Serra, nonostante l’inqualificabile gesto di “molti commercianti” (ma crediamo e speraimo che in realtà siano solo una minoranza) , ha voluto rispondere agli autori anonimi della lettera, precisando di essere espressione di una lista civica e di occuparsi di politica da appena quattro anni, ma soprattutto di non aver “mai urlato e aizzato le persone – al contrario di qualcun altro – per cercare un maggior consenso personale perché non è nel mio stile e nel mio credo eppure…  le lettere anonime ricche di offese arrivano pure a me”. “E molti poi – aggiunge amareggiato l’assessore – si chiedono perché le persone che vivono del proprio, che hanno una qualche professionalità da spendere, non si occupino di politica”.

“Ho massima disponibilità al dialogo – continua Serra – il massimo rispetto per la critica ma il mondo va sempre più verso una degenerazione fatta a colpi di annunci, video e anche vigliaccherie. Pe me la politica è fatta di confronto, di discussione anche veemente, non certamente di azioni atte a demolire l’ avversario politico o peggio ancora la persona. Questa si chiama violenza ed arroganza, nulla di altro. Io ringrazio Estense.com per avermi dato l’opportunità di rivolgermi ai commercianti, per ricordare a loro che ci sono fondi comunali residui destinabili al sostegno di iniziative di animazione nelle vie commerciali – qualcuno mi ha contattato avendo appreso di questa possibilità proprio dal pezzo e ora si attiverà, altri stanno accelerando confermando le loro iniziative – il mio obiettivo di interesse pubblico è stato raggiunto. Per il resto giudicheranno i lettori”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi