ven 10 Ago 2018 - 89 visite
Stampa

Corsini in visita al Meis: “Emozioni in grado di attirare turismo”

L'assessore regionale apprezza la mostra: "Forte elemento di attrazione a Ferrara"

“Quello del Meis è un percorso straordinario, una mostra davvero affascinante anche dal punto di vista emozionale. Racconta una vicenda millenaria, a tratti penso sconosciuta alla maggior parte degli italiani, e può rappresentare un forte elemento di attrazione a Ferrara, in grado di arricchire l’offerta di turismo culturale della nostra regione”.

Sono le parole che Andrea Corsini, assessore al Turismo e al Commercio della Regione Emilia-Romagna, ha pronunciato giovedì pomeriggio al termine della sua visita al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah.

Accompagnato dal direttore del museo, Simonetta Della Seta, e dal vicesindaco del Comune di Ferrara, Massimo Maisto, Corsini ha assistito allo spettacolo multimediale “Con gli occhi degli ebrei italiani”, che in ventiquattro minuti ripercorre duemiladuecento anni di storia e cultura della Penisola attraverso lo sguardo degli ebrei italiani, e si è soffermato nelle sale del percorso espositivo “Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni”: una narrazione originale dell’unicità della presenza ebraica in Italia, dalla sua formazione in età romana al Medioevo, e di come abbia costruito la propria peculiare identità, anche rispetto ad altri luoghi della diaspora, tra stagioni di convivenza e interazioni feconde e altre di intolleranza e persecuzioni.

Insieme al Giardino delle Domande, che aiuta a comprendere le regole della normativa ebraica sull’alimentazione, l’installazione e il percorso espositivo sono aperti al pubblico dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi